Il sistema perfetto per evitare che il telecomando si rompa ancora: pochi lo mettono in pratica

Francesca Argentati image
di Francesca Argentati

01 Agosto 2023

Il sistema perfetto per evitare che il telecomando si rompa ancora: pochi lo mettono in pratica
Advertisement

Quando il telecomando si rompe è un vero guaio: rinunciare a vedere il tuo programma preferito per questo contrattempo può essere davvero fastidioso. Per risolvere il problema, tuttavia, è sufficiente seguire alcuni importanti accorgimenti che si riveleranno davvero utilissimi. Vediamo gli infallibili metodi per evitare simili inconvenienti.

via Universal Remote Zone

Telecomando rotto: un bel problema!

Telecomando rotto: un bel problema!

Curioctopus

Immagina di sederti comodamente sul divano dopo una lunga giornata di lavoro, o di volerti godere la meritata pausa pranzo guardando il tuo programma preferito, ma accorgerti che il telecomando non funziona. Davvero spiacevole, no? Per evitare che questo accada, tuttavia, come per molte cose il rimedio numero uno è la prevenzione.

Al pari di tutti gli altri dispositivi, i telecomandi possono rompersi per svariati motivi e non sempre evidenti. Riuscire a capire la causa è fondamentale, ma cercare di far sì che questo non accada lo è ancora di più.

Advertisement

Muffe e sporco tra le principali cause

Muffe e sporco tra le principali cause

Pexels

Ogni giorno utilizziamo questo strumento per accendere la televisione, dunque la sua funzione quotidiana è frequente ed essenziale. Tra le cause del suo non funzionamento c'è l'accumulo di muffa e sporcizia al suo interno, che ovviamente non possiamo notare senza aprirlo per verificare.

Difficilmente ci ricordiamo di farlo, presi da numerose altre incombenze, ed ecco che all'improvviso il telecomando ci abbandona. Prima di correre ad acquistarne un altro, vediamo i trucchi e gli utili rimedi per farlo tornare correttamente operativo.

Pixabay

Pixabay

Come detto, una delle ragione può essere la presenza di muffa, dovuta all'umidità o all'ingresso di acqua o altri liquidi all'interno del dispositivo. Questo può comprometterne il funzionamento, così come la scarsa pulizia regolare, che attira i batteri. La prima cosa che dovrai fare, in questi casi, è rimuovere le batterie, così da evitare possibili e pericolosi cortocircuiti mentre cerchi di ripararlo.

Utilizzando poi una superficie piana e rigida, come la carta, estrai la parte anteriore del telecomando. A questo punto ti troverai davanti una lunga scheda, da rimuovere con cautela, scoprendo la parte interna del dispositivo.

Cosa fare, ora?

Telecomando guasto: ecco cosa fare per ripararlo

Telecomando guasto: ecco cosa fare per ripararlo

Curioctopus

Adesso dovrai pulirlo meticolosamente e facendo attenzione. Utilizza un dischetto di cotone imbevuto di alcool per rimuovere lo sporco e la muffa sia dalla scheda che dalla parte interna del telecomando. Dopo aver fatto questo, reinserisci le varie parti - batterie comprese, naturalmente - e richiudi il dispositivo. Se l'operazione ha avuto successo, il tuo telecomando è di nuovo perfettamente funzionante. Per mantenerlo tale, puliscilo regolarmente con un panno morbido e inumidito da un po' di alcool e tienilo lontano da liquidi e fonti di umidità.

In definitiva, risolvere il problema dovuto a muffa e sporcizia è davvero semplice, ma come abbiamo detto è meglio prevenire che dover aggiustare. Per non trovarti improvvisamente senza la possibilità di guardare la TV, prenditi cura del tuo telecomando con una certa frequenza e non ti abbandonerà.

Advertisement