Coppia decide di trasferirsi segretamente continuando a lavorare da remoto

Laura Ossola image
di Laura Ossola

12 Dicembre 2022

Coppia decide di trasferirsi segretamente continuando a lavorare da remoto
Advertisement

Li chiamano "nomadi digitali" e sono quei professionisti che scelgono di sfruttare le opportunità offerte dalle tecnologie digitali per soddisfare il loro desiderio di libertà e indipendenza lavorando da qualunque luogo nel mondo seguendo le loro ambizioni e le loro esigenze personali. E in effetti quello di lavorare dovunque si voglia è il sogno di molti: giovani desiderosi di conoscere il mondo senza limitarsi ai quindici giorni di ferie concessi dai lavori tradizionali, mamme di famiglia che sentono la necessità di avere più tempo da dedicare ai loro figli, uomini e donne che, raggiunto l'apice della carriera, scelgono di cambiare vita per dedicarsi alle loro passioni.

Sono tante le storie di persone che hanno stravolto le loro esistenze per dedicarsi alle loro passioni e quella di questa coppia non è che uno dei molti esempi.

via Flipboard

Advertisement
Pexels - not the actual photo

Pexels - not the actual photo

Una coppia di Miami si è segretamente trasferita in Sud America per lavorare da remoto liberandosi da vincoli di luogo e orari e risparmiando sulle spese per potersi godere uno stile di vita più entusiasmante. A dare l'idea alla coppia è stata la necessità di fare fronte a spese sempre maggiori con uno stipendio pressoché invariato, portandoli ad approdare alla sezione del social Reddit dedicata ai nomadi digitali. Mesi di ricerca e di studio sul social hanno portato infine alla realizzazione del loro progetto di una nuova vita.

La coppia ha scelto il paese di destinazione in base alla somiglianza con il fuso orario di Miami, organizzandosi con un router esterno che potesse impostare la posizione del computer da lavoro sulla loro città di partenza. Altro fattore importante è stato infine il costo della vita, che doveva permettere loro un ingente risparmio dello stipendio. La scelta è caduta infine sull'Ecuador.

Advertisement
Pexels - not the actual photo

Pexels - not the actual photo

La coppia ammette che non sono mancati i momenti imbarazzanti, soprattutto quando i colleghi hanno chiesto come avessero trascorso le loro giornate libere: "Tu e tuo marito avete fatto qualcosa di divertente?" "Oh, non molto, sono appena andata alla spiaggia e tutto il resto" e invece erano appena rientrati da una emozionante scalata alla vetta di un vulcano con ramponi e rompighiaccio. 

Globalmente tuttavia entrambi ammettono che la loro vita è notevolmente migliorata dopo la conversione al nomadismo digitale e l'unico rimpianto è quello di non averlo fatto prima. "Io e mia moglie scherziamo sul fatto che, poiché la mia compagnia è completamente remota, potrei non essere l'unico tranquillamente all'estero e mantenere uno stratagemma. E se incontro il mio capo nel bel mezzo del Perù?" conclude il marito scherzando.

Una scelta radicale ma vincente, almeno per loro. 

Advertisement