Realtà aumentata: entro il 2070 avremo la "generazione Tamagotchi" composta da bambini virtuali - Curioctopus.it
x
Realtà aumentata: entro il 2070 avremo…
L'isola di sale al centro del Mar Morto: una curiosa attrazione che sfida le leggi della natura Scopre che il suo fidanzato la tradisce perché riconosce il suo pollice in una foto online

Realtà aumentata: entro il 2070 avremo la "generazione Tamagotchi" composta da bambini virtuali

04 Giugno 2022 • di Francesca Argentati
1.470
Advertisement

Diventare genitori, sì o no? Non tutti hanno una risposta pronta e immediata: c’è chi sogna di avere figli da sempre, chi è deciso a non vivere questa esperienza e chi, invece, è in bilico sul “non so” per diversi motivi e fattori. Potrebbe esserci una buona notizia per questa terza categoria di persone, un compromesso potenzialmente ideale dal momento che, entro cinque decenni, si prevede di poter allevare dei bambini virtuali, in pieno “stile Tamagotchi”. 

via: Daily Star

Is this a solution or a new problem?

Pubblicato da Planet Populous su Lunedì 30 maggio 2022

La notizia in realtà non riguarda la possibilità di poter avere figli alternativi e non reali, bensì il ridimensionamento della sovrappopolazione mondiale attraverso questo inedito sistema. 

Secondo Catriona Campbell, psicologa comportamentale ed esperta di intelligenza artificiale, entro gli anni 70 del Duemila si assisterà a una larga diffusione di bambini prodotti al computer, per la modica cifra di circa 20 sterline, pari a 23 euro e 50 centesimi. 

“Siamo già sulla buona strada per creare la generazione Tamagotchi che, a tutti gli effetti, sarà ‘reale’ per i loro ‘genitori’. Sulla base del fatto che la domanda dei consumatori è presente, e penso che lo sarà, i bambini con intelligenza artificiale diventeranno ampiamente disponibili per una tariffa mensile relativamente piccola” ha dichiarato la Campbell.

I Tamagotchi sono animaletti virtuali che hanno spopolato alla fine degli scorsi anni '80, conquistando intere generazioni di bambini che non potevano possedere dei cuccioli in carne e ossa. 

“I bambini virtuali possono sembrare un passo da gigante rispetto al punto in cui siamo ora, ma entro 50 anni la tecnologia sarà avanzata a tal punto che i bambini del metaverso saranno indistinti da quelli del mondo reale.” 

Catriona afferma che i bambini virtuali saranno pienamente accettati dalla società in quasi tutto il mondo sviluppato. Considerati i motivi per cui a oggi molte coppie decidono di non avere figli, l’esperta stima che circa il 20% delle persone sceglierà di optare per un bambino in realtà aumentata rispetto a uno vero. 

Advertisement

Questo segnerà l’inizio di una “demografia completamente digitale” che, stando al parere della Campbell, potrebbe rappresentare “una delle più importanti scoperte tecnologiche dell’umanità dall’età del bronzo.” 

Nel nostro futuro, quindi, si prevede una presenza sempre più diffusa e normalizzata della realtà virtuale. 

Cosa ne pensi di questa prospettiva? 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie