Ti addormenti davanti alla tv accesa? Potresti fare del male al cervello: lo studio

Lorenzo Mattia Nespoli image
di Lorenzo Mattia Nespoli

01 Febbraio 2022

Ti addormenti davanti alla tv accesa? Potresti fare del male al cervello: lo studio
Advertisement

A chi non è mai capitato di addormentarsi davanti alla tv? Tutti, prima o poi, non siamo riusciti a resistere al sonno imminente e ci siamo trovati a dormire comodamente stesi sul letto o seduti sul divano mentre guardavamo film, programmi o serie. Per alcuni, poi, prendere sonno con la tv accesa è una vera e propria consuetudine, tanto che a volte lo fanno di proposito.

Eppure, nonostante ci sembri una cosa del tutto innocua o addirittura molto rilassante, lo studio di cui stiamo per parlarvi è pronto a smentirci. Stando a quanto è emerso dalla ricerca, abituarsi a prendere sonno davanti allo schermo del televisore è tutt'altro che positivo per la nostra salute. In particolare, non fa affatto bene al cervello e alla sensazione di riposo che possiamo ricavare da una dormita. Vediamo più da vicino cosa è stato scoperto.

via Journal of Neuroscience

Pixabay - Not the actual photo

Pixabay - Not the actual photo

Lo studio in questione è stato condotto dai ricercatori dell'Università austriaca di Salisburgo, e pubblicato sul Journal of Neuroscience. L'obiettivo degli scienziati era quello di scoprire e monitorare in modo approfondito il comportamento del nostro cervello mentre dormiamo. A differenza di animali, noi umani non riusciamo a effettuare una netta distinzione tra la necessità di riposarci e una reale "allerta" su quello che ci circonda.

Ci sono creature, infatti, che per proteggersi da eventuali predatori dormono addirittura con un occhio aperto, chiaro segno che una metà del loro cervello, durante il sonno, sta facendo da "sentinella". Il nostro organo cerebrale, tuttavia, funziona in modo leggermente diverso. Non teniamo un occhio aperto durante il sonno, è vero, ma riusciamo comunque a monitorare ciò che sta accadendo nei dintorni. E, per farlo, utilizziamo l'udito.

Advertisement
TheeErin/Flickr - Not the actual photo

TheeErin/Flickr - Not the actual photo

Ecco allora che il cervello è chiamato a "filtrare" i suoni che percepisce, in modo da potersi riposare e allo stesso tempo, eventualmente, accorgersi di un pericolo. E uno dei modi in cui lo fa è attivarsi per distinguere tra voci familiari e voci sconosciute, o tra rumori innocui o insidiosi. Ed è proprio qui che si inserisce la televisione accesa. Quando ci addormentiamo davanti al suo schermo, il nostro cervello sarà comunque in grado di percepire il suo suono, e dunque rimarrà sempre allerta.

È chiaro, a questo punto, che le ripercussioni sul nostro rilassamento possono essere anche molto pesanti. Mantenere in funzione il televisore non ci permette mai di riposarci davvero quando dormiamo, poiché potremmo interpretare quei suoni come voci sconosciute, e dunque faticare a calarci in un sonno profondo e ristoratore. Lo studio, condotto tramite la misurazione dell'attività cerebrale di 17 adulti addormentati, del resto ha parlato chiaro: i suoni non familiari hanno innescato molti micro-risvegli durante il sonno, a tutto svantaggio del relax cerebrale. Meglio spegnere la tv, dunque, e godersi una bella dormita silenziosa!

Advertisement