Uno degli uccelli più rari al mondo è a rischio estinzione: non sa più cantare le melodie della sua specie - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Uno degli uccelli più rari al mondo…
Pareidolia: 18 volte in cui le persone hanno riconosciuto volti e forme in situazioni comuni Pescatore salva bimbo alla deriva su una lastra di ghiaccio: il video lascia col fiato sospeso

Uno degli uccelli più rari al mondo è a rischio estinzione: non sa più cantare le melodie della sua specie

02 Aprile 2021 • di Irene Grazia Paladino
1.466
Advertisement

Il regent honeyeater (o succiamiele del reggente) è un uccello che si trova principalmente in Australia sud-orientale ed è considerato uno degli uccelli più rari al mondo. Gli esperti temono però che possa presto estinguersi perché hanno dimenticato le melodie della loro specie. Se, prima, era possibile osservare stormi di centinaia di esemplari in tutta l’Australia sud-orientale, oggi ne rimangono circa 300 specie al mondo.

via: bbc.com

Con il loro piumaggio giallo e nero, questa specie è pronta a lasciare il nido 3-4 settimane dopo la sua nascita. Solo nei mesi successivi gli uccelli iniziano ad imparare la complessa melodia della loro specie. Con la riduzione del numero di esemplari, gli esperti hanno iniziato a notare che la complessità della melodia diminuiva e che gli uccelli maschi non riuscivano più a riprodurre il canto della loro specie. Adesso ci sono delle prove che i regent honeyeater abbiano dimenticato a cantare e questo potrebbe mettere gravemente a rischio la specie, sempre più vicina all’estinzione.

Così come altre specie di uccelli, infatti, il regent honeyeater canta per comunicare con i propri simili, per segnalare i pericoli e per attirare le femmine durante il corteggiamento e l’accoppiamento. Gli uccelli imparano a cantare per imitazione e ascolto, un po’ come i bambini: stando a contatto con altri adulti della specie, iniziano ad apprendere la melodia ma, poiché gli esemplari sono notevolmente diminuiti, ora hanno meno occasione di frequentare uccelli della stessa specie e di sentire quindi il loro canto. Gli ornitologi australiani hanno addirittura notato che gli esemplari maschi iniziavano ad imitare i canti di altre specie, con cui evidentemente sono entrati in contatto. Ma gli esemplari femmina della specie non sono attratti da altre melodie, quindi le possibilità di accoppiamento e riproduzione sono molto scarse.

Advertisement
immagine: Tony Morris/Flickr

Secondo gli esperti il canto del regent honeyeater sarebbe scomparso nel 12% della popolazione ed è un dato estremamente preoccupante. Quale potrebbe essere la soluzione in grado di scongiurare l’estinzione? Alcuni scienziati stanno cercando di far imparare la melodia facendo ascoltare agli uccelli allevati in cattività le registrazioni del canto. Poi verranno rilasciati in natura, dove si spera possano attirare le femmine e riprodursi. Quale sarà il futuro di una specie così rara?

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie