18 regole di comportamento di una scuola elementare giapponese: molti adulti non riuscirebbero a rispettarle - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
18 regole di comportamento di una scuola…
Sembra una pericolosa tarantola ma non lo è: questo bruco è un vero mago del travestimento Mamma orsa traghetta i suoi 3 piccoli al di là del fiume: una scena piena di amore catturata da alcuni escursionisti

18 regole di comportamento di una scuola elementare giapponese: molti adulti non riuscirebbero a rispettarle

27 Dicembre 2020 • di Lorenzo Mattia Nespoli
4.732
Advertisement

Il momento in cui un bambino sta per iniziare le scuole elementari è di sicuro una svolta epocale, sia per lui che per i suoi familiari. È proprio a quel punto dell'infanzia che avviene un passaggio fondamentale per i più piccoli: la loro istruzione diventa più ricca di aspettative, concetti da imparare e nuove responsabilità.

Quella giapponese - lo sappiamo bene - è una società in cui il rispetto, l'educazione e le buone maniere sono presupposti fondamentali, a volte in modi che possono risultare persino "eccessivi" per chi è lontano dalla cultura del Paese del Sol Levante. Così, quando una mamma ha condiviso un elenco di aspettative e norme comportamentali che la scuola del figlio ha dedicato ai futuri alunni elementari, la cosa ha fatto molto parlare di sé, poiché in molti si sono chiesti quanti sono gli adulti che capirebbero a fondo e riuscirebbero a rispettare ciò che viene richiesto ai piccoli studenti giapponesi.

Di sicuro il fatto di riportare questo elenco sulle persone adulte ha un risvolto ironico, anche se stiamo parlando di quell'ironia che nasconde un fondo di verità e fa riflettere. Siamo proprio sicuri, infatti, che la maggior parte degli adulti riuscirebbe a capire davvero questi requisiti comportamentali? Quante persone fatte e cresciute conoscete che li rispettano?

Il "vademecum" inizia con una sorta di ammonizione: "prima che lo studente inizi le lezioni a scuola, assicurati che sia in grado di svolgere le seguenti attività. Inoltre, come genitori e familiari, seguite voi stessi la stessa condotta". A quel punto, iniziano i 18 requisiti veri e propri, comportamentali, scolastici e personali:

● Ascolta attentamente quando qualcuno sta parlando

● Saluta gli altri e rispondi alle domande con una voce chiara e facilmente udibile.

● Siediti correttamente sulla sedia.

● Comprendi chiaramente che ciò che appartiene agli altri non appartiene a te.

● Dopo aver tolto le scarpe, sistemale ordinatamente nell'ingresso.

● Assicurati che i tuoi vestiti siano puliti e senza pieghe.

● Mantieni l'ambiente in ordine e organizzato.

● Assumiti la responsabilità di andare a letto presto e svegliarti presto da solo.

● Fai una colazione adeguata.

● Lavati sempre i denti.

● Non dire mai bugie.

● Non lasciare che nessuno si senta escluso.

● Se qualcuno ha un problema, aiutalo.

● Non parlare male dei tuoi amici.

● Sii in grado di andare d'accordo, giocare e imparare con chiunque.

● Non giocare sempre da solo, ma sii amichevole quando giochi insieme a tutti.

● Gioca all'aperto, sia per fare molto esercizio sia per rilassarti in mezzo alla natura.

● Se commetti un errore, chiedi scusa sinceramente.

immagine: Pixabay

Non ci vuole molto a comprendere che la maggior parte delle persone adulte, probabilmente, non ha imparato e forse difficilmente imparerà a comportarsi secondo queste indicazioni, tanto basilari quanto complicate. Certo: proporle come presupposti fondamentali per i bimbi delle elementari può apparire un po' "prematuro", ma sicuramente è bene iniziare fin da subito a mettere in chiaro qualche buona abitudine di vita. Del resto, è anche e soprattutto tra le mura scolastiche che i nostri figli imparano a vivere, a rapportarsi con gli altri, a sbagliare e a migliorare.

Che ne pensate? Quante persone conoscete che riescono a comportarsi in questi modi virtuosi? Forse tutti dovremmo iniziare a prendere spunto da queste indicazioni, semplici ma allo stesso tempo dense di significato.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie