La calotta glaciale della Groenlandia continua a sciogliersi: per gli esperti siamo arrivati a un punto di non ritorno - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
La calotta glaciale della Groenlandia…
Questa ragazza ha salvato due linci da una Boom di nascite di elefanti in Kenya grazie all'abbondanza di piogge: i nuovi cuccioli sono almeno 170

La calotta glaciale della Groenlandia continua a sciogliersi: per gli esperti siamo arrivati a un punto di non ritorno

17 Agosto 2020 • di Marta Mastrogiovanni
4.655
Advertisement

La calotta glaciale della Groenlandia continua a sciogliersi inesorabilmente a causa del riscaldamento globale, ma ora sembra sia proprio giunta ad un punto di non ritorno. Secondo gli esperti, infatti, tutti i dati satellitari dalla Groenlandia che sono stati registrati e analizzati negli ultimi 40 anni, dimostrano che i ghiacciai dell'isola si sono ridotti così tanto che anche se il riscaldamento globale si arrestasse improvvisamente, la calotta glaciale continuerebbe a ridursi. Una "scoperta" davvero drammatica che sottolinea come si sia ormai raggiunto un punto di non ritorno.

via: Nature
immagine: NASA

Queste nuove desolanti scoperte non lasciano entrare alcun raggio di speranza. Le abbondanti nevicate che ogni anno cadono sull'isola e reintegrano i ghiacciai non bastano più e non riescono a tenere il passo con il ghiaccio che continua a sciogliersi sempre più velocemente, riversandosi nell'Oceano Atlantico. In altre parole, il ghiaccio che si sta riversando nell'Oceano sta nettamente superando la neve che prova ad accumularsi sulla superficie della calotta glaciale. Durante gli anni '80 e '90 il livello di neve accumulata e di ghiaccio sciolto riusciva a mantenersi in equilibrio; a partire dal 2000, purtroppo, si è registrata una progressiva diminuzione della calotta glaciale.

immagine: NASA

Michalea King del Byrd Polar and Climate Research Center dell'Università dell'Ohio (OSU), ha spiegato chiaramente la situazione: "Dal 1985, in tutta la Groenlandia, i grandi ghiacciai si sono ritirati in media di circa 3 Km,...una distanza piuttosto grande. I ghiacciai si sono dunque ridotti abbastanza da far sì che molti di essi si trovino in acque più profonde; ciò significa che una grande quantità di ghiaccio è a contatto con l'acqua. L'acqua calda dell'Oceano scioglie il ghiaccio del ghiacciaio e rende ancora più difficile per i ghiacciai tornare alle loro posizioni originali." Quindi, anche se fossimo in grado di fermare i cambiamenti climatici in atto, il danno risulterebbe ormai fatto.

L'unico lato positivo di tutta questa faccenda è che imparare di più sugli ambienti dei ghiacciai è sempre un ottimo spunto per migliorare le nostre previsioni future, su come e quanto rapidamente cambieranno le cose.

Tags: ScienzaAmbiente
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie