Le antichissime torri del vento persiane: tra i primi sistemi al mondo di climatizzazione degli ambienti interni - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Le antichissime torri del vento persiane:…
Pareidolia: 14 foto illustrano il fenomeno per cui tendiamo a dare un volto agli oggetti inanimati 16 foto di oggetti e fenomeni in grado di soddisfare al meglio il nostro lato perfezionista

Le antichissime torri del vento persiane: tra i primi sistemi al mondo di climatizzazione degli ambienti interni

28 Giugno 2020 • di Simone Fabriziani
3.590
Advertisement

C'è molto da imparare dalla Storia antica e dall'eredità che essa ci ha tramandato; anche semplicemente studiando o analizzando le strutture o gli edifici dei nostri avi possiamo venire a conoscenza di sapienze e tradizioni che anche nel presente potrebbero servirci da preziosa lezione. Conoscete la storia e il funzionamento delle cosiddette "torri del vento" dell'antica Persia? Ancora oggi la loro struttura è all'avanguardia per il raffreddamento degli ambienti interni quando fuori fa particolarmente caldo.

via: BBC

Queste torri imponenti, presenti nella maggior parte dei casi nell'attuale zona dell'Iran, nel Pakistan e nell'Afghanistan, sono state costruite più di mille anni fa durante l'impero persiano per cercare di mantenere una temperatura interna più fresca rispetto al gran caldo della stagione estiva. Infatti, queste aree geografiche presentano un clima desertico per il quale in inverno le temperature scendono in picchiata, mentre in estate sono particolarmente roventi.

Nella città di Yazd, nell'Iran centrale, sono ancora ammirabili e visitabili alcune delle torri del vento più belle dell'antichità persiana; la città, con oltre 3000 anni di storia, è a 1200 metri sul mare e nel corso dei millenni non è mai stata vittima di guerre o invasioni esterne, per questo la sua storia millenaria sembra rimasta intatta nella sua architettura.

Ad esempio, nella città di Yazd, è visitabile la torre del vento più alta di tutta la nazione iraniana. Questi edifici antichissimi venivano generalmente realizzati sfruttano la presenza in basso dei Qanat, ovvero dei corsi d'acqua sotterranei che servivano a rinfrescare gli ambienti interni durante la calura desertica estiva.

Advertisement

Nei sistemi di areazione con i Qanat sotterranei, l’aria viene spinta attraverso un tunnel dove viene fatta raffreddare quando arriva a contatto con l’acqua, per poi rientrare nell’edificio dal pavimento, rinfrescando l'ambiente chiuso. L’aria calda viene poi espulsa per effetto della pressione a partire dalla torre che si trova a diversi metri di altezza. In questo caso l’effetto di raffreddamento è molto più efficace rispetto alla convenzione naturale dell’aria dll'esterno all'interno.

Un sistema di areazione ancora oggi considerato veramente all'avanguardia.

Ad oggi, le torri del vento persiane sono considerate come modelli architettonici funzionali all'avanguardia, con un sistema di areazione calda e fredda che è stata di ispirazione non solo per torri, edifici religiosi e di rappresentanza, ma anche per la costruzione di strutture private dal piglio squisitamente domotico. Il sistema di raffreddamento naturale delle torri del vento persiane è veramente unico nel suo genere.

Tags: CuriosiStoriaLuoghi
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie