Il codibugnolo giapponese è un uccellino dalle piume bianche così grazioso da sembrare un batuffolo di ovatta - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Il codibugnolo giapponese è un uccellino…
Brandy, il raro orso tibetano che sembra un leone e ha perso la sua 250 uomini Amish sollevano a mano un enorme fienile e lo trasportano per oltre 60 metri

Il codibugnolo giapponese è un uccellino dalle piume bianche così grazioso da sembrare un batuffolo di ovatta

30 Aprile 2020 • di Marta Mastrogiovanni
2.043
Advertisement

Il codibugnolo è un dolcissimo uccellino dall'aspetto paffuto e arrotondato, presente in gran parte dell'Europa e dell'Eurasia temperata. Vi sono numerose sottospecie che si adattano alle zone e che variano a seconda dell'habitat: mentre la maggior parte dei codibugnoli hanno un piumaggio color marroncino e pieno di altre sfumature, la varietà presente sull'isola di Hokkaido, in Giappone, è prevalentemente bianco e assomiglia proprio ad un batuffolo di ovatta. In Giappone, questa specie viene detta Shima enaga. Il suo nome scientifico invece, Aegithalos caudatus, deriva dal latino e si riferisce alla sua lunga coda, la cui misura può variare dai 6 ai 10 cm. 

Nel complesso, si tratta di uccellino davvero carino che si presta molto al bird watching se ci troviamo in zone di campagna e circondate dal verde.

via: Wikipedia
immagine: Instagram

Complessivamente ha una dimensione di 13-16 cm e un peso che varia dai 6 ai 10 grammi. Si tratta di un uccellino molto allegro e vivace, che trova nelle aree boschive e cespugliose il suo habitat naturale preferito. Come uccellini, infatti, prediligono la macchia mediterranea durante l'estate, mentre nei mesi più freddi si spostano verso le foreste decidue, dove possono posarsi su salici, querce e frassini. In genere, comunque, non disdegna nemmeno le aree in cui la presenza umana è più evidente, come frutteti, piantagioni o zone suburbane o periferiche.

immagine: Instagram
Advertisement
immagine: Instagram

Tra gli esemplari maschi e femmine non c'è una gran differenza - in questa specie di uccellini, infatti, il dismorfismo sessuale è trascurabile. La stagione riproduttiva va da fine marzo a giugno e, sebbene sia la femmina a svolgere il grosso del lavoro, anche il maschio contribuisce a tutte le varie tappe del processo. Si tratta di uccellini monogami, che lavorano insieme per creare un nido sicuro; solitamente cercano di mimetizzare la loro tana con ragnatele e licheni tra i rami di cespugli o rovi.

immagine: Instagram

La loro alimentazione è soprattutto a base di insetti: soprattutto piccole falene, uova e bruchi. Durante l'inverno, però, possono nutrirsi anche di bacche, semi e granaglia varia.

immagine: Instagram

Solitamente viene visto volare in gruppi da 20 esemplari e, soprattutto durante l'inverno, cerca di mantenersi accanto ad altri esemplari per scaldarsi. 

Advertisement
immagine: Instagram
immagine: Instagram
Advertisement
immagine: Instagram
immagine: Instagram

Questi batuffolini di ovatta, che sembrano così soffici e morbidi, si trovano soprattutto in Giappone, mentre nelle zone più occidentali la loro colorazione è leggermente diversa, ma li rende comunque molto carini.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie