A Manchester delle persone hanno coperto scritte e graffiti razzisti con adesivi che mostrano un tenero gattino - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
A Manchester delle persone hanno coperto…
Shiro, il gatto più rilassato del mondo continua ad insegnarci a vivere sereni anche dopo essersene andato Questo artista realizza sculture di personaggi storici utilizzando materiali industriali come il ferro e l'acciaio

A Manchester delle persone hanno coperto scritte e graffiti razzisti con adesivi che mostrano un tenero gattino

11 Marzo 2020 • di Lorenzo Mattia Nespoli
1.152
Advertisement

A volte, basta un gesto molto piccolo per dare un segnale molto grande. Anche se magari si è convinti di non poter fare molto o "cambiare il mondo" soltanto con le proprie forze, basta cominciare dalle piccole cose per poter dire di averci provato. 

Nelle società in cui viviamo, non mancano le situazioni e i problemi per cui possiamo provare a fare qualcosa. Pensiamo ad esempio ai rifiuti, piaga per cui tutti possiamo dare un contributo con piccoli gesti, ma anche ai gesti di intolleranza e razzismo che, purtroppo, sono spesso all'ordine del giorno in molti luoghi del mondo. A Manchester - e non solo lì - c'è chi ha deciso di mettere un freno a simboli e graffiti razzisti disegnati nel centro della città, dando un segnale brillante e ironico allo stesso tempo.

via: Metro

Scritte, svastiche, slogan e graffiti inneggianti al nazismo, a idee razziste e discriminatorie, purtroppo, non mancano in nessuna città d'Europa e del mondo. Manchester non è da meno ed è per questo che un gruppo di persone del posto ha deciso che, appena ne avesse individuato uno, lo avrebbe letteralmente coperto... di ironia.

immagine: Imgur

In che modo? Semplice: mettendoci sopra un adesivo che mostra un simpatico e tenero gattino, con la scritta "Qui c'era dell'immondizia razzista, ma l'ho coperta con questa foto di un gatto". Non male come idea: soprattutto si tratta di un segnale forte e chiaro contro il proliferare di idee e atteggiamenti decisamente contrari ai diritti umani e all'uguaglianza.

E quello di Manchester non è il primo segnale del genere dato da persone che, nel mondo, hanno deciso di mettere un freno a graffiti e messaggi razzisti nei luoghi pubblici. A Berlino, per coprire le svastiche che apparivano su muri e oggetti in giro per la città, la soluzione è stata ancora più creativa di quella inglese.

Advertisement

I vari simboli nazisti trovati in strada sono stati trasformati in altrettanti dipinti, partendo proprio dalle forme e dalle linee tracciate in precedenza. Un messaggio forte per una soluzione simbolica e artistica allo stesso tempo, che di sicuro ha regalato a molti cittadini un sorriso piuttosto che un motivo di indignazione.

Sia a Manchester che a Berlino, l'idea di "seppellire" il razzismo con l'arte e l'ironia ha incontrato il favore di molte persone. Del resto, si tratta davvero di un ottimo modo per ribadire la necessità di andare oltre certi legami col passato e con una storia triste e funesta, che tutti dovremmo superare.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie