Grazie all'intelligenza artificiale, questo ragazzo ha restaurato in Ultra HD un celebre film dei Lumière - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Grazie all'intelligenza artificiale,…
Questa ragazza riesce a realizzare dei teneri personaggi dalle sembianze magiche lavorando la lana cardata Questa bambina è nata il 02/02/2020 alle 20.02 battendo un record storico per le date palindrome

Grazie all'intelligenza artificiale, questo ragazzo ha restaurato in Ultra HD un celebre film dei Lumière

07 Febbraio 2020 • di Lorenzo Mattia Nespoli
2.442
Advertisement

La tecnologia di oggi ha raggiunto livelli tali di sviluppo che è possibile godere di materiale audiovisivo con qualità, purezza e definizione e dettagli che, fino ad appena qualche anno fa, non avremmo mai immaginato. 

Non sarebbe male, infatti, poter guardare un vecchio film che amiamo particolarmente in alta risoluzione, con immagini così nitide da farci letteralmente vivere la scena dall'interno. Se vi sembra impossibile, siete fuori strada, perché un ragazzo di nome Denis Shiryaev ha deciso che doveva rendere "ultra-definito" non un semplice vecchio filmato, ma uno dei più antichi della storia, datato addirittura 1896.

immagine: Lucas/YouTube

Stiamo parlando de "L'arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat", il famosissimo cortometraggio dei Fratelli Lumière, uno dei primi filmati ad essere proiettati in pubblico. La leggenda narra addirittura che, tanto era forte il realismo della scena (un treno con locomotiva a vapore che si ferma sul binario di una stazione), alcuni spettatori in sala scapparono impauriti dall'enorme mezzo che si avvicinava.

Bene: se all'epoca tutto ciò suscitò scalpore, soprattutto per via del realismo dell'inquadratura, immaginate di "rivivere" quella scena oggi, a oltre 120 anni di distanza... in altissima definizione. Proprio così, perché Shirayev ha caricato sul suo canale YouTube quella che è molto più di una semplice "rivisitazione" del cortometraggio: è un suo rifacimento iper-realistico.

Advertisement

Il filmato originale dei Fratelli Lumière, datato 1896

Grazie alla tecnica dell'upscaling (miglioramento dell'immagine nativa in risoluzioni altissime), Denis ha reso il filmato dei Fratelli Lumière un prodotto degno delle più moderne tecniche visive. Il treno che arriva in stazione e i passeggeri sulla banchina sono infatti visibili in 4k a 60 frame per secondo. Il tutto grazie all'intelligenza artificiale che, tramite vari programmi, ha permesso al ragazzo di rendere possibile una sorta di "miracolo" in video.

Quello di Shiryaev, infatti, è un risultato sorprendente, che apre a un nuovo mondo, ancora poco esplorato, di possibilità per restaurare antichi film.

Il video in 4k 60 fps di Denis Shiryaev

Basta guardare il "nuovo" video per rendersene conto: la fedeltà delle immagini è davvero impressionante, e rende uomini, donne e oggetti presenti sulla scena con una definizione e un realismo che mai ci si aspetterebbe da una scena girata a fine 1800. Come se l'altissima risoluzione non bastasse, Denis ha aggiunto al video anche il rumore del treno che entra in stazione, a rendere il tutto quantomai vivo e vero.

Non c'è che dire: il progresso tecnologico, a volte, riesce davvero a lasciarci a bocca aperta, con risultati utili e sorprendenti allo stesso tempo!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie