Kenya: aperta la centrale eolica più grande di tutto il continente africano - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Kenya: aperta la centrale eolica più…
Piove in Australia: i pompieri impegnati a domare i gravi incendi celebrano l'evento ballando di gioia La gallina Moroseta: il volatile così morbido da sembrare un peluche

Kenya: aperta la centrale eolica più grande di tutto il continente africano

27 Novembre 2019 • di Lorenzo Mattia Nespoli
2.523
Advertisement

Un parco eolico enorme, dotato di ben 365 turbine che promettono di aumentare del 13% la fornitura di elettricità dell'intera nazione. Così, in sintesi, potremmo descrivere Lake Turkana Wind Power, la maggiore centrale che produce energia dal vento in Kenya, nonché la più grande dell'intero Continente africano.

Obiettivi ambiziosi, quelli legati al parco kenyota, in un Paese che sta compiendo sforzi notevoli sul tema delle rinnovabili e della disponibilità energetica.

 

via: CNN

Il Kenya, tra i vari Stati che compongono l'Africa, è infatti considerato uno di quelli che sta mettendo in pratica le politiche green più virtuose dell'intera area. Tanto è vero che circa il 70% dell'elettricità della Nazione proviene da fonti rinnovabili, come energia idroelettrica e geotermica. 

Si tratta di cifre che superano di molto quelle registrate nella media globale. Questi obiettivi e traguardi sono di sicuro importanti, ma devono fare i conti con la scarsa disponibilità di elettricità di cui godono i kenyoti. Uno su quattro, infatti, non vi ha accesso, e ciò accade specialmente nelle zone rurali e meno sviluppate.

Frequenti blackout e fornitura instabile sono altre problematiche con cui quotidianamente, in Kenya, si devono fare i conti. L'enorme centrale eolica costruita sulle rive del Lago Turkana, con i suoi 310 megawatt di potenza erogata, ha come obiettivo proprio quello di cercare di ovviare, almeno in parte, a questi problemi. 

Il parco e le sue turbine promettono di aiutare il Paese a risollevarsi, anche attraverso la diffusione di beni primari come l'elettricità, essenziali a rendere la vita più semplice e avanzata per molte persone. Il consorzio che gestisce la centrale, a questo proposito, mira proprio a rendere il Kenya uno Stato leader e autosufficiente nella produzione di energia

Per farlo, stando almeno alle intenzioni dichiarate, l'utilizzo delle fonti rinnovabili è un punto essenziale su cui basare questa "rinascita" del Kenya. E ciò di sicuro è auspicabile, dato che si tratta di una soluzione accessibile, naturale e che, senza sfruttare i combustibili fossili, evita di mettere ancora più a rischio i fragili equilibri dei nostri ecosistemi.

Advertisement
Tags: AfricaGreenAmbiente
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie