Il Bialbero di Casorzo: in Piemonte un ciliegio è cresciuto sopra un gelso, incantando migliaia di turisti - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Il Bialbero di Casorzo: in Piemonte…
Questo asfalto è capace di assorbire migliaia di litri di acqua in un minuto: una soluzione alle inondazioni urbane Avvistato un lupo solitario vicino Lodi: è la prima volta dopo oltre 250 anni

Il Bialbero di Casorzo: in Piemonte un ciliegio è cresciuto sopra un gelso, incantando migliaia di turisti

20 Novembre 2019 • di Marta Mastrogiovanni
3.160
Advertisement

La Natura è sempre pronta a regalarci meravigliose perle che solo chi sa osservare attentamente riesce a cogliere. In Piemonte, e più precisamente a Casorzo in provincia di Asti, è possibile ammirare uno di questi "regali" che la Natura non smette mai di farci: un ciliegio nato sopra un albero di gelso. Lo chiamano Bialbero e racchiude due anime diverse in un unico corpo. Proprio per il suo aspetto così caratteristico, il Bialbero è divenuto nel tempo meta di pellegrinaggio per moltissimi turisti.

Il doppio albero di Casorzo si trova sulla strada che unisce Casorzo e Grana, ed è diventato ormai una specie di "star". Nessuno sa come i due alberi si siano uniti, sta di fatto che adesso il ciliegio ha superato ampiamente l'altezza del gelso che lo ospita. Forse un uccellino ha fatto cadere un seme in cima al gelso e da lì si è sviluppato, piano piano, un intero albero di ciliegio che, nel tempo, si è fatto strada all'interno del tronco cavo del gelso.

Non è così raro che un albero si comporti da parassita nei confronti di un altro (il fenomeno scientifico è noto come epifite), ma difficilmente in casi analoghi l'albero ha una durata della vita così lunga o si riscontrano dimensioni del genere. Per questo il doppio albero di Casorzo può essere considerato una vera e propria rarità nostrana. 

Advertisement

Non fatevi sfuggire l'occasione di ammirarlo di persona, quando passate per Asti.

Tags: CuriosiNatura
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie