Questo ragazzo scopre il modo di catturare le micro-plastiche in mare e vince un premio internazionale - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Questo ragazzo scopre il modo di catturare…
Questi 10 villaggi inglesi sono così pittoreschi che sembrano usciti da una fiaba Effetto

Questo ragazzo scopre il modo di catturare le micro-plastiche in mare e vince un premio internazionale

4.073
Advertisement

Le microplastiche sono definite come particelle plastiche grandi da un millesimo di millimetro a un millimetro. Questi piccoli frammenti di plastica provengono da diverse fonti: cosmetica, abbigliamento ed altri processi industriali. Le microplastiche sono ormai dappertutto, perfino in mare. Continuando di questo passo, nel 2050 in mare ci sarà più plastica che pesci. È per questo che bisogna invertire il processo, ed un ragazzo irlandese ha trovato il modo!

via: Forbes

Si chiama Fionn Ferreira, è un ragazzo irlandese di 18 anni ed è il vincitore dell'ultimo Google Science Fair Grand Prize, il premio indetto dalla società del più famoso motore di ricerca internet per i piccoli geni (da 14 a 18 anni) della scienza. Fionn è riuscito a superare gli altri 23 progetti partecipanti alla competizione. In un video spiega come è nata la sua idea: mentre passeggiava lungo le spiagge del suo paese di origine, gli è capitato talvolta di trovare piccoli frammenti di plastica. Armato di curiosità e amore per l'ambiente, il ragazzo ha deciso di trovare il modo di ripulire il mare

L'idea di Fionn si avvale del ferrofluido, ossia di quel particolare liquido che si polarizza in presenza di un campo magnetico. Il liquido magnetico creato apposta dal genio irlandese non è tossico ed è costituito da olio e magnetite e nell'acqua è in grado di attrarre le microplastiche a causa delle proprietà non polari di entrambi.

Durante il concorso indetto da Google, Fionn ha mostrato un bicchiere d'acqua pieno di piccole particelle plastiche. Dopo pochi secondi a contatto con il ferrofluido, il bicchiere si è ripulito. Le indagini condotte allo spettrometro (anche questo costruito da Fionn) hanno evidenziato che le particelle plastiche erano diminuite dell'85%. Con i 50mila euro vinti al concorso, Fionn ha intenzione di continuare i suoi esperimenti, nella speranza di scoprire un metodo ancora più efficace contro le microplastiche

Finalmente potremmo aver trovato il modo di liberarci dei frammenti di plastica che invadono la nostra vita, ma è bene ricordare che è molto più importante smettere di inquinare!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie