Oltre 60mila mucche sono morte per aver mangiato spazzatura: un altro danno alla natura causato dall'uomo - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Oltre 60mila mucche sono morte per aver…
In questa cooperativa puoi adottare galline allevate da ragazzi disabili: ecco il Pollaio Sociale 15 scatti

Oltre 60mila mucche sono morte per aver mangiato spazzatura: un altro danno alla natura causato dall'uomo

896
Advertisement

Giornali e media sono colmi di notizie riguardanti l'inquinamento e gli effetti che ha sul mondo animale. Ogni giorno migliaia di uccelli e pesci soffocano per aver ingerito cannucce, buste o altra immondizia di plastica.

A volte questa spazzatura torna sulle nostre tavole: le microplastiche ingerite dai pesci, infatti, non sono visibili se non dopo aver cotto e sfilettato il nostro pranzo.

Com'è, invece, la situazione per gli animali di terra? Purtroppo non migliore.

via: Euronews
immagine: Winniepix/Flickr

Oramai ogni angolo della Terra è invaso dai rifiuti. Anche i luoghi che una volta sembravano poter essere incontaminati o, almeno, al sicuro, come foreste e boschi, sono sporchi. In Francia, nel solo 2019, sono state ritrovate ben 60 mila mucche, abituate a pascolare nei boschi, con gli stomaci oberati di rifiuti. Pezzi di plastica, siringhe, parti di pneumatici, fili elettrici sono gli oggetti più comuni con cui queste mucche si intossicano.

L'intossicazione da rifiuti umani provoca problemi respiratori, peritoniti, pericarditi, ascessi, febbri e disturbi comportamentali che fanno soffrire enormemente i poveri animali. Per fortuna, talvolta i sintomi sono manifesti e l'animale viene curato in tempo. Ma può accadere che l'allevatore non noti niente di anomalo fino al decesso innaturale del bovino.

Tutto ciò, oltre a nuocere alla salute, provoca un danno enorme in termini di risorse alimentari ed economiche: le mucche intossicate, infatti, non possono più fungere da alimento e gli allevatori stanno perdendo buona parte dei propri guadagni.

E il problema non è solo francese. Secondo alcune statistiche, anche Olanda (13mila capi vittime di avvelenamento da rifiuti) e Belgio (nella sola regione delle Fiandre si calcolano almeno 6000 mucche intossicate) sono colpite dallo stesso problema. Non conosciamo la situazione nelle altre nazioni, ma probabilmente le cose non vanno meglio.

Le "trash cows", ossia le "mucche-spazzatura", rappresentano un pericolo enorme per la salute e l'economia. Un altro motivo, nel caso in cui non ce ne fossero già abbastanza, per darsi da fare e mettere fine all'inquinamento!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie