Il villaggio dei Puffi esiste davvero nella realtà: ecco dove si trova e qual è la sua storia - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Il villaggio dei Puffi esiste davvero…
Un'influencer scrive ad un hotel chiedendo alloggio gratis in cambio di visibilità: la risposta solleva un aspro dibattito 18 immagini evocative che mostrano la potente resilienza della Natura

Il villaggio dei Puffi esiste davvero nella realtà: ecco dove si trova e qual è la sua storia

4.442
Advertisement

La saga dei Puffi, creata da due illustratori del Belgio e diffusasi in tutto il mondo grazie all'adattamento televisivo statunitense, è una tra le più memorabili che abbiano segnato l'infanzia dei bambini degli anni '80. Tutti almeno una volta ci siamo ritrovati a perderci con la fantasia tra le case a forma di fungo e ad assistere alle avventure dei piccoli esserini blu o del loro acerrimo nemico Gargamella.

Quello che molti non sanno però è che quel villaggio esiste davvero nella realtà! Si trova in Italia, e precisamente in Liguria (provincia di Savona). Fu costruito tra gli anni '60 e '70 da Mario de Bernardi, appassionato di architettura e – appunto – di funghi.

In Liguria c'è un posto che sembra quasi fatato, tanto che da un momento all'altro ci si aspetta di incontrare quei...

Pubblicato da Grantouritalia su Giovedì 18 luglio 2019

In realtà non vi è una documentazione che ci dica con certezza che l'ispirazione per la costruzione del villaggio sia nata proprio dal fumetto dei Puffi, ma di certo è grazie a loro che questo luogo divenne famoso. Infatti dopo la sua apertura conobbe un periodo di grande splendore, con turisti che venivano da tutta Europa per far vivere ai figli questa curiosa e favolosa esperienza.

🍄

Pubblicato da Different ideas su Venerdì 7 giugno 2019
Advertisement

Con il tempo poi del villaggio dei Puffi di Bardineto (questo il nome della zona) si persero le tracce. Molte delle graziose strutture rimasero in stato di abbandono e decadenza, e la sua fama sembrò esaurirsi.

Eppure però, il potere evocativo delle casette a forma di fungo era destinato a rifiorire. L'era di Instagram e della diffusione delle immagini ha dato nuova vita al villaggio: le foto online hanno cominciato a diffondersi e moltiplicarsi, al punto da rendere di nuovo famoso questo luogo fatato.

Oggi non è possibile pernottare all'interno delle case, ma molte porzioni del villaggio sono state ristrutturate e rimesse in sicurezza, a beneficio dei tanti curiosi che ancora oggi si recano in mezzo a quei boschi per vivere... un giorno da Puffo.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie