La calla: ecco le sue origini e il perché è considerata il fiore più elegante di tutti - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
La calla: ecco le sue origini e il perché…
Questo professore di fisica trasforma le formule in arte... e il risultato fa venire voglia di tornare a scuola Ecco come sarebbero i supermercati senza le api: centinaia di prodotti mancanti e scaffali vuoti

La calla: ecco le sue origini e il perché è considerata il fiore più elegante di tutti

5.309
Advertisement

Nella infinita varietà dei colori, profumi e forme della flora di Madre Natura, alla calla spetta un posto d'onore in alto tra le specie floreali più belle ed eleganti mai conosciute e studiata della botanica. In realtà, la bellezza senza pari di questo fiore che sboccia e pervade il colore dei campi dal mese di aprile a quello di luglio ha delle origini molto antiche e legate alla cultura e alle tradizioni della mitologia greca e quella romana.

immagine: Wikimedia

Questo particolare fiore appartiene alla famiglia delle Araceae e cresce maggiormente nelle zone dell'Africa centro-orientale comprese tra l'Equatore e il Capo di Buona Speranza; ma la calla non è mai stata conosciuta con questo nome, anzi. Nel XIX secolo veniva chiamata Richardia, mentre nel secolo successivo gli è stato affibbiato il nome di Zantedeschia aethiopica in onore del botanico italiano Francesco Zantedeschi vissuto nel XVIII secolo.

Nel secolo scorso poi il fiore ha preso l'appellativo che tutti oggi conosciamo come "calla", dal greco kalos (bello, gradevole, piacevole).

Già conosciuta ed apprezzata in epoca greca e romana, nella mitologia dei primi si pensava che la calla derivasse dalle gocce di latte della dea Era, simbolo di maternità, fecondità e matrimonio, mentre nella mitologia romana si credeva che la dea Venere, gelosa della bellezza del fiore, avesse creato l'infiorescenza simile ad una spiga solo per imbruttirla un po.

Ad oggi infatti la calla è riconoscibile per la sua forma composta dalla cosiddetta spata, ossia la foglia a forma di grande petalo, e dalla spadice, il cilindro all'interno del quale si raggruppano i piccoli fiori gialli all'interno.

Advertisement
immagine: Wikimedia

Le calle più conosciute sono quelle di colore bianco, ma non sono le uniche varietà di questo fiore che esistono in Natura: il diverso colore esistente dei petali porta con sé anche un significato differente. La calla rossa è associata alla fertilità, alla passione e alla sensualità, quella viola al dolore (molto spesso utilizzata come motivo ornamentale nei funerali) , mentre la classica calla bianca è richiestissima come motivo floreale nei matrimoni odierni.

Avere una calla in casa è quindi sia motivo di orgoglio per la lunga tradizione mitologica e culturale che si porta dietro sia perché, come abbiamo già detto, è il fiore più elegante di tutti. Mica poco!

Tags: CuriosiNatura
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie