La Cina ha introdotto una flotta di autobus elettrici, che saranno il primo passo contro l'egemonia del petrolio - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
La Cina ha introdotto una flotta di…
6 simboli del riciclo che hai visto ovunque ma di cui forse ignori il significato: li conosci tutti? Soffri anche tu di talassofobia? Guardando queste 20 immagini lo scoprirai di sicuro

La Cina ha introdotto una flotta di autobus elettrici, che saranno il primo passo contro l'egemonia del petrolio

39.126
Advertisement

Quante volte abbiamo constatato che, per combattere gli altissimi livelli di inquinamento nelle nostre città, basterebbe passare dal carburante all'utilizzo di automobili a consumo elettrico?

Una rivoluzione in positivo è arrivata dalla Cina, tra le prime nazioni al mondo a supportare lo sviluppo di autobus ad energia elettrica per bloccare la domanda di petrolio nell'immediato futuro. I primi risultati dell'esperimento cinese sono sorprendenti.

immagine: Wikimedia

Grazie all'introduzione dei bus a batteria elettrica in Cina, entro la fine del 2019 circa 270.000 barili di gasolio al giorno saranno eliminati dal mercato, ovvero un numero annuo che potrebbe raggiungere anche quello dei 99 milioni di barili; tutto grazie all'introduzione dei motori non a combustibile fossile.

La rivoluzione cinese verso l'energia elettrica nei trasporti è partita difatti dalla metropoli di Shenzen, dove la flotta di autobus di superficie è già costituita da 16.000 unità a motore a batteria elettrica; presto, seguiranno anche i taxi. Un rapporto ufficiale del Bloomberg New Energy Finance sottolinea che gli autobus, rispetto alle altre tipologie di veicoli, rappresentano la più alta quota di spostamento di petrolio, dunque l'allontanamento dai combustibili fossili potrebbe rappresentare la strada giusta per l'eliminazione della domanda di petrolio in futuro.

I risultati finora positivi della rivoluzione di Shenzen hanno portato alcune città e università degli Stati Uniti, dove la domanda di petrolio sul mercato è ancora alta, a lavorare su nuove intere flotte di autobus prive di combustibile fossile ma che invece sfruttano i benefici dell'energia elettrica. Nel 2017 ben dodici città in tutto il mondo hanno tra l'altro deciso di acquistare autobus esclusivamente di questo tipo a partire dal 2025!

Un dato quello della Cina rincuorante ed estremamente incoraggiante che ci fa ben sperare per un futuro sempre più lontano dalle richieste del mercato e meno inquinato.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie