Il Santuario dell'Addolorata in Molise: il luogo dei miracoli che sembra un castello fiabesco - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Il Santuario dell'Addolorata in Molise:…
I 14 annunci pubblicitari più creativi che siano mai apparsi sugli autobus di tutto il mondo 10 fatti insoliti sulle persone intelligenti che gli studi psicologici hanno rivelato

Il Santuario dell'Addolorata in Molise: il luogo dei miracoli che sembra un castello fiabesco

2.920
Advertisement

Perfettamente inserito in mezzo al verde del Molise, si trova il Santuario dell'Addolorata di Castelpetroso. Anche se a prima vista può essere scambiato per un castello fiabesco, si tratta in realtà di un luogo di culto molto importante per le apparizioni della Madonna che avvennero in questo luogo a partire dal 1888. Oggi il Santuario è meta di turismo per i pellegrini e per coloro che vogliono trascorrere una giornata in un luogo fuori dal tempo e immerso nel verde.

immagine: Asia/Wikipedia

Anche se da lontano si potrebbe confondere con un castello fiabesco, si tratta in realtà del Santuario dell'Addolorata di Castelpetroso in Molise. Questo luogo incastonato nel verde della valle è stato costruito come omaggio alla Madonna che si dice sia apparsa proprio in questo luogo nel 1888 a due giovani contadine. 

La storia narra che le due ragazze si trovavano come sempre a Cesa tra Santi a lavorare la terra e portarono con loro due pecore. Quando stavano per rientrare a casa si accorsero di averne smarrita una e decisero di dividersi per cercarla. Una delle due contadine di nome Fabiana, cercando tra le siepi, riuscì a trovare la pecora che si trovava al fianco di una strana luce che rivelò l'immagine della Vergine Maria in adorazione ai piedi di Gesù

Advertisement

La ragazza chiamò subito l'altra contadina di nome Serafina, che però non riuscì a vedere nulla. Dieci giorni a Pasqua l'apparizione si verificò di nuovo e questa volta anche la seconda ragazza riuscì a vedere la stessa immagine. Le voci si diffusero così come lo scetticismo fino a quando non apparve anche al vescovo di Bojano nel settembre dello stesso anno, in più questa volta apparve anche una cascata di acqua miracolosa che salvò dalla tubercolosi un giovane ragazzo gravemente malato. 

Dopo il miracolo e altre apparizioni, decisero di costruire un Santuario in onore della Madonna: la prima pietra fu posata nel 1890, la struttura fu ultimata nel 1950 e consacrata soltanto nel 1975. L'intera chiesa è stata progettata in stile neogotico dall'ingegnere Francesco Gualandi di Bologna ed è realizzata in pietra molisana. Questa basilica grande 2800 metri quadrati ha 7 cappelle che rappresentano i 7 dolori di Maria, le torri campanarie e una cupola alta 52 metri. 

Questa struttura è perfettamente inserita nel contesto naturalistico della zona, il che fa esaltare ancor di più la bellezza di questo luogo fuori dal tempo!

Tags: NaturaStoriaLuoghi
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie