Icone della musica scomparse troppo presto: ecco che aspetto avrebbero avuto oggi - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Icone della musica scomparse troppo…
Gennaio è il mese di 15 esempi di scultura che vi travolgeranno con la loro carica espressiva

Icone della musica scomparse troppo presto: ecco che aspetto avrebbero avuto oggi

2.924
Advertisement

Difficile dire se la fama di alcune rock star sia gran parte dovuta alla loro scomparsa prematura: non è una beffarda teoria, ma un'ipotesi che molti esperti sostengono. Almeno per le stelle del rock sembrava essere un must morire, o rischiare di morire ripetutamente, per poter entrare negli annali della musica.

Oggi, a prescindere del peso che abbia avuto la scomparsa sulla fama di alcuni cantanti degli anni passati, abbiamo la fortuna di ascoltare i loro capolavori e trarre ispirazione da quel che di buono ha lasciato il loro passaggio in questa vita. In realtà, possiamo fare anche di più: possiamo immaginare che aspetto avrebbero avuto oggi, grazie alla collaborazione tra l'agenzia Sachs Media e la Phojoe

Ecco gli affascinanti risultati. 

Jim Morrison

Jim Morrison fu il carismatico leader e cantante della band The Doors, che ha prodotto alcuni dei brani rock 'n' roll più rivoluzionari e poetici mai prodotti. Morì nel 1971 a Parigi, dove si era recato per divididersi dalla band e intraprendere esclusivamente una carriera da poeta. Venne trovato senza vita nell'alloggio in cui pernottava il 3 luglio dello stesso anno, a 27 anni, per cause ancora oggi molto discusse. La notizia venne data ai giornali solo il 9 luglio.

Dennis Wilson

Probabilmente è molto più nota la band di cui faceva parte, i Beach Boys, pionieri della musica surf anni '60. Nel gruppo copriva il ruolo di batterista, ma più volte gli fu affidata la voce di alcuni brani: quello più famoso che vede Dennis Wilson come cantante è Do you wanna dance. Dopo anni passati a lottare contro la dipendenza da alcol e droghe, morì in un incidente nel 1983, a 39 anni. 

Advertisement

Bob Marley

Insieme ad altri artisti suoi contemporanei, ha il merito di aver portato la musica reggae al successo mondiale. Fu un personaggio molto influente negli eventi politici della Jamaica degli anni '70, tanto che fu descritto dalla rivista Time come una vera e propria forza politica antigovernativa. Bob Marley morì a Miami dopo una lunga malattia all'età di 36 anni. 

‘Mama’ Cass Elliot

Ellen Naomi Cohen, il suo vero nome, fu la voce con cui il quartetto Mamas and the Papas arrivò al successo negli anni '60. In soli due anni di carriera il gruppo produsse brani di grande fame come California Dreaming. Dopo la separazione della band, si dedicò ad una produzione solista e al cinema. Ebbe un attacco di cuore nel 1974, all'età di 33 anni. 

Janis Joplin

Janis Joplin è stata una straordinaria cantante blues, le cui influenze sono percepibili ancora oggi nella musica contemporanea prodotta da alcuni artisti. Memorabile fu la sua esibizione solista al concerto di Woodstock del 1969. Morì l'anno successivo per un abuso di stupefacenti, a 27 anni. 

Advertisement

Kurt Cobain

Considerato il miglior artista rock degli anni 90, Kurt Cobain fu il cantante e frontman dei Nirvana, gruppo grunge statunitense. A un anno dalla pubblicazione di uno degli album più famosi della band, In Utero, Cobain morì suicida nella sua casa di Seattle a 27 anni. 

John Lennon

John Lennon fondò la band The Quarrymen insieme a Paul McCartney e George Harrison, ma con l'entrata del batterista Ringo Starr il gruppo cambiò nome in The Beatles, nome scelto proprio da Lennon.

Insieme vissero un successo senza precedenti lungo 8 anni, fatto di tour, folle incontenibili di fan e una serie di brani record. Dopo la rottura con la band nel 1970, Lennon decise di intraprendere una carriera solista, che lo portò a comporre successi come Instant Karma Imagine. Dopo una pausa dalla musica per dedicarsi a crescere il figlio, Lennon tornò sulla scena musicale nel 1980. Morì lo stesso anno, a 40 anni, dopo essere stato colpito da un colpo di pistola sparato da un suo fan squilibrato. 

Advertisement

Jimi Hendrix

Considerato uno dei miglior chitarristi di sempre, Jimi Hendrix ha il merito di aver dato alla musica degli anni '60 un'incredibile spinta verso nuove musicalità e sperimentazioni. Il suo periodo di attività musicale fu molto breve, circa 7 anni: dedito all'uso di alcol e droghe, Hendrix morì nel 1971, a 27 anni. 

Elvis Presley

Universalmente conosciuto come il Re del Rock 'n' Roll, il successo travolse letteralmente Presley nella metà degli anni '50. La sua fama crebbe ad ogni nuova publicazione, da That’s Alright, Mama a Love me Tender. La sua carriera ha visto un'interruzione di due anni, dopo essere stato chiamato a prestare servizio militare nel 1958: tornato, si dedicò a recitare in diversi film e a registrare colonne sonore. Morì per un attacco di cuore nella sua tenuta a Memphis nel 1977, all'età di 42 anni. 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie