È sicuro mangiare la parte 'Pulita' del pane ammuffito? - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
È sicuro mangiare la parte 'Pulita'…
20 foto in bianco e nero che ti mostreranno qualcosa per la prima volta in assoluto Le 15 foto di animali più esilaranti del 2018: ecco a voi il lato più buffo della natura

È sicuro mangiare la parte 'Pulita' del pane ammuffito?

23 Settembre 2018 • di Claudia Melucci
16.184
Advertisement

La mancanza di tempo da dedicare alla casa ci costringe a fare retate settimanali al supermercato per procurarci il cibo da utilizzare per un periodo di tempo più o meno lungo. Grazie ai cibi a lunga conservazione - alimenti surgelati, inscatolati e sterilizzati - questo è possibile e sicuro per la salute: ma capita puntualmente che qualcosa vada a male, tipo il pane.

La buona educazione ci insegna che è un vero peccato sprecare il cibo e questo ci porta a considerare la possibilità di eliminare la parte ammuffita per consumare quella 'buona'. Ognuno di noi, però, è pervaso da dubbi esistenziali nel momento della separazione buono-cattivo: quanto è sicura questa operazione?

Gli esperti, finalmente, ce lo spiegano. 

Non mangiate MAI la parte 'buona' del pane ammuffito.

immagine: pexels.com

Molte persone credono che non ci sia niente di male nel tagliare la porzione ammuffita e mangiare quella pulita, senza tracce di muffa. 

Cosa c'è di sbagliato in questa operazione?

Le muffe che troviamo sul pane, ma allo stesso modo anche sugli altri alimenti, sono una tipologia di funghi. Proprio come i funghi che si trovano nel sottobosco, possiedono delle 'radici' - dette ife - che si estendono ben al di là della superficie visibile. Molto probabilmente, quindi, l'intero pezzo di pane sarà pervaso dalle ife della muffa. 

Non è corretto definire 'pulito' la porzione di alimento ammuffito, perché microscopicamente non lo è affatto.

Cosa succede se si mangia la parte 'buona'?

Secondo gli esperti equivale a giocare al gioco d'azzardo: non può fare nulla e può far stare molto male. Alcune muffe sono addirittura benefiche per l'uomo - si pensi alla penicillina, ad esempio - ma altre sono altamente tossiche: la Rhizophus Stolonifer (anche detta 'muffa nera del pane') è una muffa che si sviluppa tipicamente sul pane e se ingerita può portare a infezioni molto gravi.

Un'ultima cosa molto importante: nel caso di pane affettato (in cassetta o pancarré) si considera ammuffito l'intero filone e non solo la fetta incriminata. Se anche risultasse ammuffita solo la prima fetta, l'ultima potrebbe essere comunque contaminata dalle spore rilasciate dalla muffa nell'atmosfera del sacchetto contenente il pane. Questo spiega anche il motivo per cui tutti gli alimenti - in frigorifero, ma anche fuori - andrebbero incartati o chiusi in contenitori: ovvero per prevenire che eventuali muffe contaminino il resto degli alimenti.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie