Un contadino parcheggia l'auto nel luogo "sbagliato"... e scopre una tomba di 3.500 anni fa - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Un contadino parcheggia l'auto nel luogo…
22 fatti curiosi che dimostrano quanto poco sappiamo del mondo che ci circonda 7 fenomeni che accadono dentro di noi e che hanno davvero dell'incredibile

Un contadino parcheggia l'auto nel luogo "sbagliato"... e scopre una tomba di 3.500 anni fa

12 Settembre 2018 • di Marco Renzi
10.358
Advertisement

Un contadino residente nel nord dell'isola di Creta, precisamente nella regione di Ierapetra, ha fatto ad agosto del 2018 una scoperta incredibile: a sua insaputa, una tomba di 3.400 anni fa risalente all'ultimo periodo della civiltà minoica, si trovava sotto il suo uliveto. A quanto pare, la perdita presente in un tubo di irrigazione ha indebolito il terreno sovrastante la camera di sepoltura: quando l'uomo ha avvicinato la sua macchina ad un ulivo per parcheggiarla all'ombra, il peso e le vibrazioni hanno fatto collassare il suolo.

Dopo aver fatto capolino nell'apertura larga circa un metro, il contadino si è subito reso conto che non si trattava di una tana di volpe, ed ha avvertito immediatamente le autorità.

Sepolti in un periodo stimato tra il 1.400 e il 1.200 a.C., due uomini hanno riposato indisturbati all'interno dei loro sarcofagi di argilla, circondati da dozzine di effetti personali. La tipologia della sepoltura e le colorazioni degli oggetti ritrovati fanno ipotizzare uno status sociale medio-alto.

Advertisement

La tomba, che sprofonda nel terreno per tre metri, è rimasta celata ai tombaroli, e ciò ha permesso agli oggetti di arrivare fino a noi in uno stato di conservazione pressoché perfetto.

A mantenerla al riparo dai cercatori di tesori sotterranei è stato forse anche un aspetto "storico": molti ritengono che la civiltà minoica si sia concentrata nella regione pianeggiante dell'isola e che non vi fossero stanziamenti nella regione montuosa di Ierapetra. La scoperta, già sensazionale di per sé, potrebbe anche costringere gli studiosi a rivedere questa convinzione.

Al momento non sappiamo molto degli individui sepolti all'interno, ma le autorità sono fiduciose di riuscire a scoprire molto sulla loro storia e sul ceppo famigliare di appartenenza.

Advertisement

Per il momento non ci resta che ammirare questa affascinante scoperta: a quanto pare la civiltà minoica, scomparsa molto rapidamente forse a causa di eventi naturali catastrofici, sembra aver ancora molto da raccontare ai posteri.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie