Torna il dilemma dell'estate: si può guidare con le infradito? Ecco cosa dice la legge - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Torna il dilemma dell'estate: si può…
14 testimonianze fotografiche che ci fanno capire quanto sono cambiate le cose in 100 anni 10 cose che usi tutti i giorni, ma che secondo la scienza possono essere cancerogene

Torna il dilemma dell'estate: si può guidare con le infradito? Ecco cosa dice la legge

23 Giugno 2018 • di Alessandro Lolli
6.016
Advertisement

Una scena che conoscete tutti: tornate dal mare stanchi, felici e sporchi di sabbia. Ovviamente avete le infradito ai piedi, allora vi mettete al volante e qualcuno dei vostri amici o dei vostri familiari dice l'immancabile frase: "Guarda che non puoi guidare così!".

O chissà, magari siete proprio voi l'amico che è solito portare la cattiva novella. Ma è davvero così? Cosa dice la legge italiana circa la guida senza scarpe chiuse?

La legge italiana non prescrive niente in materia di calzature: a guidare con infradito, sandali o scalzi non si rischia nulla.

Al contrario di quanto molti credono, è dal 1993 che la legge italiana non prescrive niente in materia di calzature da indossare al volante. Questo vuol dire che se venite fermati da un vigile, potete essere in infradito, sandali o addirittura scalzi e non rischiate assolutamente nulla! In altre parole: sì, è consentito guidare con qualsiasi tipo di calzatura o persino senza nessuna scarpa.

Insomma, l'amico che porta la buona novella ha sostanzialmente torto. Ma attenzione, questa è solo parte della verità.

Ma attenzione all'assicurazione...

immagine: Depositphotos

Infatti, nonostante nessuna legge vieti di guidare con scarpe poco idonee, in caso di sinistro le cose potrebbero mettersi male. Se nel verbale della polizia stradale viene registrata la calzatura con cui state guidando e non è una scarpa chiusa, l'assicurazione potrebbe rivalersi su di voi.

Gli articoli 140 e 141 del codice della strada raccomandano che il conducente deve "essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza, specialmente l'arresto tempestivo del veicolo entro i limiti del suo campo di visibilità e dinanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile".

La compagnia di assicurazione può interpretare la vostra guida a scarpe aperte come un impedimento a una guida sicura e non pagare i danni che avete causato. In questa casistica rientrano anche le scarpe col tacco molto alto.

Ricapitolando: nessun vigile può dire niente sulle calzature che usate alla guida. Ma, in caso di sinistro, sarà l'assicurazione a farvi rimpiangere di non aver dato retta a quell'amico un po' pignolo!

Tags: AutoUtiliGuide
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie