5 cose che le persone con bassa autostima pubblicano su Facebook - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
5 cose che le persone con bassa autostima…
Torna il vuoto a rendere: dal 10 Ottobre si potranno restituire bottiglie di vetro e plastica 9 piante che dovresti tenere in casa per dormire bene ogni notte

5 cose che le persone con bassa autostima pubblicano su Facebook

26.315
Advertisement

Su Facebook ogni giorno le persone esprimono la propria opinione su un tema, fanno sapere alla loro cerchia di amici il luogo in cui si trovano e pubblicano foto per mostrare in compagnia di chi stanno. Tutto ciò, secondo gli esperti, dice molto sulla personalità di chi sta pubblicando, in particolare delle sue debolezze, paure, timori e paranoie. Una foto può rivelare molto di noi, per questo dovremmo analizzare ciò che si sta per condividere per non esporsi troppo e soprattutto per non dare un'impressione sbagliata.

Le persone con una bassa autostima pubblicano spesso questi contenuti:

Condivisione della posizione: cosa vuole comunicare chi fa sapere il punto in cui si trova? Forse vuole far sapere che sta viaggiando, e che lo fa molto spesso, o che sta partecipando ad un concerto ad esempio. Se così fosse, perché non godersi quel momento invece di preoccuparsi di far sapere agli altri dove ci si trova? Inoltre far sapere sempre che si è lontani da casa non è una buona norma di sicurezza: qualcuno potrebbe approfittare in molti modi della vostra assenza. 

Foto in palestra: le foto scattate e condivise in palestra non fanno venire più muscoli. In questi tempi è davvero raro trovare persone che durante l'allenamento non hanno il telefono vicino e non lo usano per scattarsi selfie. È come se si volesse dimostrare a tutti che si va in palestra, ma è una cosa così indispensabile da far sapere?

Foto di pasti: a chi naviga su Facebook non interessa lo stato d'animo degli altri, perché allora dovrebbe interessarsi del pasto della giornata? Perché non assaporare semplicemente quel piatto senza preoccuparsi di dover farlo vedere? Senza contare il fatto che dopo aver pubblicato quella foto si andrà a controllare infinite volte il cellulare per controllare i like: dopo quanti mi piace si potrà iniziare a mangiare?

Advertisement

Condividere gli acquisti fatti: pubblicare foto sui social di questo tema rivela sicuramente una bassa autostima. C'è da chiedersi quanto sia diversa, speciale o importante la spesa appena fatta rispetto a quella che possono fare gli altri. Non c'è niente di più insopportabile delle persone presuntuose che lo credono: tutti noi andiamo a fare shopping, alcuni compreranno anche oggetti costosi e speciali, ma ciò non rende una persona meglio di un'altra. Vi siete comprati l'iPhone? Non interessa a nessuno. 

immagine: Pixabay

Selfie multipli: indagini psicologiche rivelano che chi pubblica più selfie ogni giorno soffre di una bassissima autostima, che cerca di guadagnare attraverso l'approvazione degli altri. Le persone insicure hanno un costante bisogno di approvazione, per questo si scattano selfie dal lato migliore, per essere lusingati dai like.

Ovviamente rimane vero il fatto che ognuno di noi è libero di pubblicare ciò che vuole, che lo faccia per sentirsi bene o per qualsiasi altro motivo: tuttavia è anche vero che possiamo scegliere cosa vedere sulla propria bacheca e cosa no, per questo criticare costantemente ciò che gli altri pubblicano è ugualmente inutile! Potete stabilire voi chi avere tra gli amici, e di conseguenza quali contenuti vedere e quali no. 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie