Scendono in cantina e non fanno più ritorno: una famiglia viene decimata da un assurdo incidente - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Scendono in cantina e non fanno più…
Quanto cambiamo dal primo all'ultimo giorno di scuola? Queste fotografie ce ne danno un'idea Il fiume siberiano si tinge di rosso: le autorità negano, ma la causa è nota a tutti

Scendono in cantina e non fanno più ritorno: una famiglia viene decimata da un assurdo incidente

14 Settembre 2016 • di Giulia Bertoni
117.975
Advertisement

Vi avevamo già parlato della tossicità delle patate verdi o germogliate ma la storia della piccola Maria Chelysheva va oltre ogni immaginazione per quanto riguarda i problemi che questo tubero può comportare se non conservato bene. Alla piccola, russa di soli 8 anni, è capitato di rimanere orfana di buona parte della sua famiglia dopo che nella cantina in cui venivano conservate le provviste si era sviluppata una nube tossica proveniente proprio dai sacchi delle patate.

via: Daily Mail

Le patate contengno composti chimici che se ingeriti risultano tossici per l'organismo umano, nello specifico si tratta della solanina, presente soprattutto nella buccia.

La famiglia Chelyshev aveva una cantina in cui conservava, fra le altre cose, sacchi di patate: il padre, Mikhail, è stato il primo a entrarvi senza rendersi conto della nube tossica che si era creata.

Advertisement

Non vedendolo tornare, la moglie Anastasia è andata a cercarlo rimanendo essa stessa vittima dei gas. Dopo di lei sono entrati il figlio diciottenne e la nonna della piccola Maria.

La bambina si è salvata solo perché la nonna aveva lasciato la porta aperta e quando la piccola è giunta sul posto i gas nocivi avevano iniziato a disperdersi.

Ora Maria è stata affidata alle cure di altri parenti ma le sarà difficile riprendersi dallo shock di aver perso tutta la sua famiglia in un solo giorno e di essere stata lei stessa a trovare i corpi. Gli investigatori hanno in seguito confermato il sospetto che la tossicità della stanza fosse dipesa dalla scorta di patate andate a male.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie