Le misteriose pietre "mobili" della Valle della Morte: cosa si nasconde dietro questo fenomeno? - Curioctopus.it
x
Le misteriose pietre "mobili" della…
La Zona Rossa francese, un luogo quasi sconosciuto in cui l'accesso è vietato da un secolo Colorano alcune foto di Venezia degli inizi del 900: ecco la città in tutta la sua magia

Le misteriose pietre "mobili" della Valle della Morte: cosa si nasconde dietro questo fenomeno?

22 Luglio 2016 • di Silvia Ricciardi
12.616
Advertisement

Sicuramente avrete già sentito parlare delle particolarissime "pietre mobili" (in inglese conosciute con il termine più comune di sailing stones), pietre in grado di muoversi senza che vengano trainate da essere umano o animale.

Esse risiedono nella Racetrack Playa, un lago asciutto che si trova nella Valle della Morte, in California. Ma qual è il segreto dietro questi misteriosi spostamenti, che possono arrivare a coprire lunghezze pari a circa 260 metri? Uno studio pubblicato nel 2014 ne rivela le cause...

Alcune delle "pietre mobili" della Valle della Morte pesano più di 300 chili.

I ricercatori hanno iniziato ad interessarsi a questo particolare fenomeno geologico negli anni'40.

Advertisement

In un articolo sul giornale Plos One del 27 agosto 2014 il paleobiologo Richard Norris parlò delle pietre mobili...

... e di quando, nell'inverno del 2013, scoprì che la valle si ricopriva di acqua per 7 centimentri di profondità.

Proprio grazie alla presenza dell'acqua, le pietre iniziarono a muoversi e Richard poté assistere di persona.

Advertisement

Le sue osservazioni dimostrarono che, affinché le rocce si muovano, si necessita di una serie di combinazioni.

L'acqua deve essere abbastanza per poter formare una lastra di ghiaccio sotto le rocce durante le notti più gelide.

Advertisement

Al sopraggiungere del sole e del vento, il ghiaccio si scioglie e fa compiere alle pietre dei piccoli spostamenti, visibili poi nella scia che lasciano dietro di sé.

Tags: CuriosiNatura
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie