Misterioso e profondo buco su Marte è avvolto nel mistero: cosa si nasconde al suo interno?

Francesca Argentati image
di Francesca Argentati

08 Giugno 2024

NASA/JPL-Caltech/ UArizona

Advertisement

Gli scienziati continuano a osservare e studiare Marte e qualcosa ha attirato l'attenzione della comunità astronomica mondiale: un misterioso buco sulla superficie del pianeta rosso.

Advertisement

Profondo buco su Marte: possibile rifugio?

il vulcano Arsia Mons di Marte

NASA/MOLA Science Team/Wikimedia commons - Public domain

Tra gli obiettivi dell'umanità c'è quello di riuscire a raggiungere Marte, il nostro vicino di casa arido e rosso di cui conosciamo già molto, ma di certo non tutto. La scoperta più recente riguarda la superficie marziana, sulla quale compare una fossa decisamente misteriosa: cosa si nasconde al suo interno? Il progetto degli astronomi è quello di poter inviare il primo equipaggio umano su Marte nei prossimi anni e questo buco ancora da comprendere potrebbe rappresentare un possibile riparo per gli astronauti in missione, che dovranno nascondersi dalle tempeste di polvere, dalle temperature insopportabili e dalle radiazioni. Una necessità che potrebbe trovare la sua soluzione nei potenziali lucernari, ovvero parti di tubi di lava crollati al di sotto della superficie.

La fossa ha un diametro lungo pochi metri ed è profonda circa 178 metri. La sua scoperta è stata possibile grazie alla fotocamera HiRISE, High-Resolution Imaging Science Experiment, del Mars Reconnaissance Orbiter della NASA.

Advertisement

La fossa misteriosa si trova nella regione vulcanica di Marte

Il buco sul vulcano Arsia Mons di Marte

NASA/JPL-Caltech/ UArizona

Ciò che resta da capire è se effettivamente la fossa scoperta dall'HiRISE porti davvero a caverne situate sottoterra: se fosse davvero così, gli scienziati avrebbero un enorme supporto nella pianificazione delle prime missioni umane su Marte. Quello che al momento si può affermare, è che il pozzo è stato formato dall'attività vulcanica nella regione dei Tharsis Montes, che comprende i vulcani dormienti Ascraeus Mons, Pavonis Mons e Arsia Mons, formazioni simili a quelle che, sulla Terra, troviamo alle Hawaii. La fossa è proprio vicino ad Arsia Mons, il vulcano più a sud nella grande pianura vulcanica Tharsis.

Questa regione di Marte si trova a dieci km sopra l'altitudine media di Marte e, in passato, era vulcanicamente attiva. Tutto lascia pensare che le fosse su questo territorio possano essere dei fori nei tubi di lava sotterranei, ma manca ogni certezza al riguardo. La parete laterale catturata dalle immagini potrebbe essere una fossa cilindrica e non l'ingresso in una grotta o tubo sotterraneo. Prima di capire se su Marte ci siano effettivamente dei rifugi sotto la superficie, che potrebbero rivelarsi fondamentali per i futuri astronauti, dovranno essere svolte ulteriori indagini, ma la scoperta di questa fossa è decisamente incoraggiante.

Sulla Terra e sulla Luna buchi simili a quelli di Marte

Possibile ingresso con parete laterale su una fossa dell'Arsia Mons

NASA / Jet Propulsion Laboratory / University of Arizona/Wikimedia commons - Public domain

Fosse simili sono state scoperte anche sul nostro satellite naturale, la Luna, alcune delle quali hanno una temperatura stabile che si aggira sui 17°. Come detto, buchi equiparabili si trovano anche sui vulcani delle Hawaii e sono chiamati crateri a fossa, profondi dai 6 ai 186 metri. Tuttavia, generalmente sono la conseguenza di profonde frane e non sono collegati a grotte sotterranee o tunnel di lava.

Per scoprire la verità circa i tubi di lava marziani è necessaria una missione robotica, che è già stata presa in considerazione per esplorare i crateri lunari. Nel frattempo, quelli di Marte rimangono un mistero avvolto da molte domande, che al momento rimangono soltanto speranzose supposizioni. In ogni caso, la gravità minore di Marte rispetto alla Terra potrebbe favorire la presenza di tubi di lava più ampi rispetto ai nostri, adatti ad ospitare gli equipaggi per lunghi periodi di tempo.

Advertisement