Ricercatore svela cosa accadrebbe alla nostra rete internet in caso di tempesta solare potente

Francesca Argentati image
di Francesca Argentati

20 Novembre 2023

Ricercatore svela cosa accadrebbe alla nostra rete internet in caso di tempesta solare potente
Advertisement

Cosa accadrebbe se dovesse verificarsi una tempesta solare di grande entità? Quali sarebbero gli effetti in un mondo sempre più tecnologico come il nostro? Un professore spiega le possibili conseguenze su internet.

Cos'è una tempesta solare?

Cos'è una tempesta solare?

Freepik

Quando si verifica una tempesta solare? Questo fenomeno avviene quando il Sole emette una elevata quantità di energia nello spazio in forma di radiazione e particelle cariche, che possono influenzare l'ambiente spaziale circostante e, potenzialmente, avere un impatto sulla Terra e sulle sue tecnologie. Il processo coinvolge in particolare le eruzioni solari, ovvero esplosioni di energia sulla superficie della stella, e i brillamenti, aumenti improvvisi di luminosità. Entrambi questi fenomeni sono in grado di rilasciare una grande quantità di radiazioni e particelle cariche nello spazio, come protoni ed elettroni, i quali possono interferire con il campo magnetico terrestre e la sua atmosfera. Questa interazione può generare effetti come l'aumento aurorale, disturbi nelle comunicazioni radio e nei sistemi di navigazione satellitare, ma anche danni ai satelliti che si trovano in orbita.

Le tempeste solari possono variare in intensità e quelle particolarmente potenti avere, dunque, impatti significativi sulla tecnologia e l'energia elettrica del nostro pianeta. Quelle di minore entità, solitamente, non hanno effetti rilevanti, grazie alla protezione che riceviamo dall'atmosfera e dal campo magnetico terrestre, tuttavia un esperto professore ha spiegato cosa accadrebbe se dovesse verificarsene una particolarmente forte.

Advertisement

Tempesta solare molto forte: "apocalisse di internet" secondo lo scienziato

Tempesta solare molto forte: "apocalisse di internet" secondo lo scienziato

Pixabay

Peter Becker, professore di fisica e astronomia della George Mason University, Virginia, USA, ha spiegato cosa potrebbe accadere se dovesse verificarsi una tempesta solare degna di nota: una vera e propria "apocalisse di internet". Secondo l'esperto, infatti, "Internet è diventato maggiorenne in un periodo in cui il Sole era relativamente tranquillo, e ora sta entrando in un periodo più attivo". La nostra stella, infatti, sta raggiungendo il picco più importante del suo ciclo di undici anni. "È la prima volta nella storia umana che si verifica un'intersezione tra l'aumento dell'attività solare e la nostra dipendenza economica globale da Internet."

I brillamenti solari, dunque, potrebbero scatenare un blackout della rete internet, mandandola in tilt. Becker ha portato come esempio l'episodio di Carrington, quando nel 1859 si verificò la "distruzione del sistema telegrafico". Tuttavia, lo scienziato ha lavorato a una strategia per prevenire questa eventualità grazie a una sovvenzione superiore a 13 milioni di dollari in collaborazione con il Naval Research Laboratory per realizzare il progetto: un sistema di allarme rapido che potrebbe avvertire gli esperti e fornire loro il tempo necessario a "mettere i satelliti in modalità sicura o togliere i trasformatori dalla rete, in modo che non si friggano."

Prevenire una tempesta solare e proteggere internet è possibile?

Prevenire una tempesta solare e proteggere internet è possibile?

Freepik

Tuttavia, riuscire a prevedere l'arrivo di una tempesta solare con precisione è davvero molto complicato, così come stimare il verificarsi di un terremoto, secondo Becker. Mettere al sicuro internet in via preventiva è comunque essenziale, dal momento che il prossimo fenomeno potrebbe essere imminente. "Internet semplicemente non è stata progettata per gestire questo livello di interferenze comunicative e, di conseguenza, è considerata un tipo di infrastruttura molto 'soft'. Quindi, gli anni 2024-2028 rappresentano un periodo in cui l'intera rete potrebbe essere messa fuori uso per settimane o mesi in caso di un'eruzione solare davvero estrema." Stando alle parole del professore, l'assenza di internet potrebbe provocare una recessione mondiale, dal momento che la presenza della rete è ormai indispensabile.

"I brillamenti si verificano quando il Sole illumina e noi vediamo la radiazione, come una specie di lampo. Il colpo di cannone è l'espulsione di massa coronale, che può partire in una direzione casuale nello spazio, ma possiamo dire quando effettivamente si dirigerà verso la Terra. E questo ci dà circa 18 ore di preavviso, forse 24, prima che quelle particelle arrivino effettivamente qui e inizino a interferire con il campo magnetico terrestre." Anche i dispositivi collegati a terra sono a rischio, tra cui i cavi sotterranei in fibra ottica provvisti di guaine in rami, i trasmettitori radio, i sistemi di navigazione e GPS. "Tutto questo potrebbe essere fritto. Quindi stiamo parlando di qualcosa di piuttosto importante. E non si tratta solo di comunicazioni, ma anche di disagi economici, ovviamente." Becker ha concluso parlando dell'obiettivo a lungo termine di rendere internet più "resistente" per preservarlo da questo possibile conseguenza, ma "questa, ovviamente, è una sfida economica perché è una specie di polizza assicurativa. Potremmo non averne mai bisogno e costerebbe migliaia di miliardi."

Riesci a immaginare un mondo senza internet?

Advertisement