Come ci si curava prima della scoperta degli antibiotici? Ecco cosa si usava

Francesca Argentati image
di Francesca Argentati

07 Ottobre 2023

Come ci si curava prima della scoperta degli antibiotici? Ecco cosa si usava
Advertisement

Per curare infezioni e determinate condizioni mediche, al giorno d'oggi si utilizzano degli specifici medicinali: gli antibiotici. Tuttavia, questi non sempre sono esistiti, dunque cosa si assumeva prima di allora? Scopriamolo insieme.

via Wikipedia

Pixabay

Pixabay

Gli antibiotici sono farmaci importantissimi per la salute, in grado di sconfiggere infezioni pericolose per l'uomo. La loro scoperta ha rappresentato una svolta eccezionale in campo medico, riuscendo a trattare in modo efficace diverse condizioni grazie alla loro particolare composizione.

Questi medicinali sono infatti creati sfruttando sostanze ottenute da organismi vivi o sintetizzati all'interno di un laboratorio. Il loro scopo è quello di impedire lo sviluppo di altri microrganismi, favorendone la scomparsa.

Advertisement

Antibiotici, i potenti medicinali per curare moltissime situazioni

Antibiotici, i potenti medicinali per curare moltissime situazioni

Pixabay

La loro somministrazione non solo è impiegata per la cura delle infezioni in atto, ma anche per prevenirle. Un esempio è quello che riguarda un intervento come l'estrazione del dente del giudizio, di solito accompagnata dall'assunzione di antibiotici a scopo precauzionale.

Ne esistono diverse tipologie, suddivise in base allo spettro d'azione, e anche il periodo di assunzione può variare. Ma quando è stato scoperto questo potente medicinale?

Storia degli antibiotici: quando inizia la loro scoperta?

Storia degli antibiotici: quando inizia la loro scoperta?

Pixabay

L'affascinante storia degli antibiotici inizia nel 1910, quando Paul Ehrlich introdusse l'utilizzo del Salvarsan, un medicinale ricavato dall'arsenico e utile nel curare la sifilide. Nel 1928, Alexander Fleming scoprì casualmente la penicillina, ma soltanto dieci anni dopo Ernst Chain e Howard Walter Florey riuscirono a presentare gli antibiotici in forma pura. Tutti e tre ricevettero, nel 1945, il premio Nobel per la medicina grazie alle loro scoperte.

Gli anni Quaranta rappresentarono l'epoca di esplorazione di questo nuovo farmaco, di cui vennero conosciuti e sperimentati diversi tipi, anche se l'uso incontrollato portò a sviluppare resistenze che avrebbero potuto compromettere l'efficacia. Tuttavia, ancora prima del Novecento, cosa veniva utilizzato al posto degli antibiotici?

La cura contro le infezioni prima della scoperta degli antibiotici: ecco qual era

La cura contro le infezioni prima della scoperta degli antibiotici: ecco qual era

Pexels

Nonostante la scoperta sia datata agli inizi del Novecento, alcune prove testimoniano che l'utilizzo degli antibiotici è risalente a 2500 anni fa. In precedenza, venivano sfruttate alcune sostanze per cercare di curare le infezioni, che rappresentavano ancora un problema spesso irreversibile per la salute umana.

La possibilità di sopravvivenza è aumentata esponenzialmente con l'arrivo di questo medicinale, ma prima di allora la sola speranza era rappresentata da muffe e piante. Proprio così: nel 1890, venne isolata e studiata una muffa che produceva sostanze antibiotiche. Le ricerche scientifiche portarono alla produzione di composti a base di muffe, efficaci anche per curare gli animali. Questo portò ben presto a riconoscerne le proprietà antibatteriche, sfruttate fino all'avvento del noto medicinale.

Tu conoscevi la storia dell'antibiotico e cosa veniva usato per curare le infezioni prima di esso?

Advertisement