Viene allontanato dalla polizia, poi si nasconde sotto una coperta per non essere scoperto: arrestato

Francesca Argentati

08 Maggio 2022

Viene allontanato dalla polizia, poi si nasconde sotto una coperta per non essere scoperto: arrestato
Advertisement

I malviventi ricorrono ai trucchi più disparati per sfuggire alle forze dell’ordine ed evitare le conseguenze delle proprie azioni, ma qualcuno ha davvero esagerato con la fantasia, dando vita a una vicenda che ha assunto tinte alquanto comiche: il metodo che ha escogitato per rendersi “introvabile” ha quasi divertito gli stessi poliziotti che, a seguito dell'episodio, hanno condiviso la foto della scena sui social.

Il fatto si è svolto a Belfast, nel Maine, diffondendosi rapidamente per la sua assurdità.

via Miami Herald

Advertisement

Pexels-Not the actual photo

In principio, l’uomo era stato accusato di violazione di domicilio e in seguito arrestato. Aveva cercato di introdursi in tarda notte all’Admiral Ocean Inn disturbando i clienti dell’hotel, così era stata allertata la polizia.

Quando gli agenti sono arrivati, hanno scortato l’uomo all’esterno e gli hanno intimato di non tornare, altrimenti sarebbe stato arrestato. Un avvertimento che, però, il personaggio in questione ha solo finto di ascoltare.

Qualche ora più tardi, infatti, il sergente ha effettuato un giro di controllo intorno alla struttura alberghiera, notando un uomo seduto su una sedia e nascosto sotto una coperta bianca.

Inutile dirlo, l’individuo era lo stesso allontanato poco prima: dopo il primo avvertimento, è scattato l’arresto per violazione di domicilio e delle condizioni di libertà provvisoria. Matthew Cook, il sergente del dipartimento, ha spiegato che l’uomo è stato condotto in prigione dove ha trascorso la notte.

Pexels-Not the actual photo

La polizia ha raccontato l’episodio su Facebook: "Qui al dipartimento di Belfast abbiamo visto diversi modi astuti per nascondersi dalla polizia. Questo purtroppo non è uno di questi".

Il giorno seguente l’uomo ha ammesso di essere colpevole durante una dichiarazione ed è stato scortato nuovamente in prigione, dove ha passato un’altra giornata per poi essere rilasciato.

Gli agenti non sono dovuti ricorrere a delle doti investigative ingegnose per scovare la presenza dell’uomo, che dopo aver bevuto in maniera eccessiva si è reso protagonista di un autogol da record.

Advertisement