Una super-tempesta solare potrebbe causare "l'apocalisse di internet" sulla Terra: lo afferma una ricerca - Curioctopus.it
x
Una super-tempesta solare potrebbe causare…
Uno studente riesce a trasformare le foglie secche in carta: il progetto per salvare gli alberi Si assenta da scuola 769 giorni in 3 anni: professore indagato per truffa

Una super-tempesta solare potrebbe causare "l'apocalisse di internet" sulla Terra: lo afferma una ricerca

08 Settembre 2021 • di Lorenzo Mattia Nespoli
3.134
Advertisement

Riuscite a immaginare una vita senza internet? Nel mondo attuale, dove il web è entrato prepotentemente a far parte della quotidianità di tutti, uno scenario del genere risulterebbe quasi impossibile. Le cose che facciamo grazie a internet e i contenuti che passano attraverso la rete sono talmente tanti che, se qualcosa andasse storto, non mancherebbero i problemi.

Problemi piuttosto seri, proprio come quelli che il nostro Pianeta potrebbe sperimentare stando a quanto afferma lo studio di cui stiamo per parlarvi. Secondo la ricerca, una sorta di "apocalisse web" non è affatto improbabile, e potrebbe aver luogo nel caso si verificasse una situazione eccezionale ma non impossibile. Di cosa stiamo parlando? Di una tempesta solare particolarmente intensa, così forte da riuscire a provocare un vero blackout delle comunicazioni web, con effetti a dir poco catastrofici sul nostro stile di vita attuale.

immagine: Pixabay

Non si tratta, purtroppo, di un'esagerazione in chiave apocalittica. I ricercatori dell'Università della California Irvine hanno davvero ipotizzato uno scenario simile, causato da una tempesta solare forte e inaspettata che potrebbe interessare il nostro Pianeta nell'arco dei prossimi 10 anni.

Quelle che comunemente definiamo "tempeste solari" sono, per dirlo in gergo scientifico, espulsioni di massa coronale. Quando avvengono, il sole inonda il nostro Pianeta di particelle magnetizzate, che fanno parte del vento solare. Se la loro entità è contenuta, lo scudo magnetico terrestre riesce a proteggerci, ma di tanto in tanto questi eventi si intensificano, con effetti mai sperimentati nell'era contemporanea.

Stando alle previsioni scientifiche, infatti, entro il 2025 è atteso il periodo di massima attività solare, una contingenza per la quale è opportuno prepararsi. Cosa c'entra internet in tutto questo? Semplice: un evento così intenso ed estremo non si è mai verificato nell'era del web, e le infrastrutture che permettono alla rete di metterci in comunicazione col mondo potrebbero essere decisamente a rischio.

I cavi sottomarini che collegano nazioni e continenti sono dotati di ripetitori per amplificare il segnale, e questi dispositivi sono particolarmente sensibili alle correnti geomagnetiche. Ecco perché, in circostanze eccezionali, potrebbero andare offline, portando con sé blackout del web di proporzioni enormi.

Advertisement

Gli ultimi eventi solari così intensi sono stati registrati nel 1859 e nel 1921, anni in cui l'umanità non era certo dipendente da internet come lo è ora. Da qui nasce la preoccupazione del mondo scientifico. "I potenziali impatti di una massiccia tempesta geomagnetica sulle infrastrutture attuali sono in gran parte non studiati e non considerati" ha affermato Adbu Jyothi, ricercatore che ha contribuito allo studio. "È difficile prevedere quanto tempo ci vorrebbe per riparare i cavi sottomarini e i ripetitori - ha continuato - ma potrebbero essere verosimili interruzioni di internet lunghe settimane o mesi".

Non è difficile pensare alle conseguenze di una situazione simile, sia in termini di comunicazione che, soprattutto, di impatto economico. Sarebbe decisamente meglio non scoprire sulla nostra pelle cosa potrebbe davvero accadere nella pratica e, sempre secondo gli scienziati, prepararsi per tempo a una possibilità tutt'altro che remota. Del resto, la storia ci insegna che prevenire è meglio che curare, e non possiamo far altro che confidare nella lungimiranza degli esseri umani, nonché nella "clemenza" di una possibile tempesta solare.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie