Il fenomeno Baikal Zen: queste pietre si tengono magicamente in equilibrio sul lago ghiacciato - Curioctopus.it
x
Il fenomeno Baikal Zen: queste pietre…
Francia: psichiatra viola il segreto professionale per denunciare un abuso infantile, sospesa per 3 mesi Il figlio dichiara di essere gay e il padre lo caccia di casa: la madre chiede immediatamente il divorzio

Il fenomeno Baikal Zen: queste pietre si tengono magicamente in equilibrio sul lago ghiacciato

03 Marzo 2021 • di Lorenzo Mattia Nespoli
2.404
Advertisement

Quando assistiamo a certi spettacoli che la natura ci regala, non possiamo fare a meno di pensare a quanto siamo fortunati di far parte di un mondo così vario e meraviglioso. Non si tratta di un modo di dire, ma della pura realtà. A volte gli elementi e i paesaggi della Terra sanno mostrarsi in modi così incredibili che quasi stentiamo a credere che siano veri.

Lo dimostra alla perfezione il "Baikal Zen", un fenomeno tanto raro quanto limitato a uno spazio ben preciso, ossia proprio quello del Lago siberiano Bajkal, uno dei maggiori al mondo per superficie e profondità, patrimonio dell'Unesco e considerato una delle sette meraviglie della Russia. È quasi scontato che, da queste parti, faccia molto freddo. Ed è proprio quando le temperature scendono vertiginosamente e il lago si ghiaccia in superficie che accade la meravigliosa "magia" che stiamo per mostrarvi da vicino.

Avete presente i cumuli di pietre messe una sopra all'altra in perfetto equilibrio nelle tipiche atmosfere zen? Se la risposta è sì, il collegamento con questo fenomeno è subito chiaro, così come il suo nome. Quando il Bajkal ghiaccia, infatti, è possibile notare diverse rocce che stanno in superficie, mantenendosi stabili come per magia su "piedistalli" glaciali.

Avete capito bene, e del resto basta guardare le foto: queste pietre affiorano dalla superficie del lago, e sembra che oscillino su appositi pezzi di ghiaccio che le tengono in equilibrio.

Advertisement

L'effetto finale è proprio simile a un'incredibile levitazione dei sassi. Immaginate infatti di essere lì, in uno scenario affascinante e tipicamente invernale: queste pietre "zen" sono proprio la decorazione perfetta per un ambiente così!

Ma com'è possibile che si verifichi una cosa del genere? Questo incredibile fenomeno che sembra sfidare la forza di gravità, prima di tutto, non è che una conseguenza del grande freddo che fa in questi luoghi siberiani. I forti venti che spirano qui spingono le pietre sulla superficie del lago Bajkal, ed è a quel punto che le parti dei sassi non esposte al sole e direttamente a contatto col ghiaccio si fondono con esso.

I lati colpiti dalla luce solare, invece, vengono in qualche modo "evidenziati" dallo scioglimento del ghiaccio circostante. Alla fine, rimane solo il caratteristico piedistallo che sembra far levitare le pietre, modellato sia dal vento che dal calore prodotto dal sole.

Advertisement

Non c'è che dire: si tratta di un vero spettacolo della natura, una rarità che non sempre è possibile osservare ma che è lo stimolo per moltissimi fotografi che si dilettano a immortalarla.

E in effetti bisogna ammettere che si potrebbe rimanere ore ad ammirare queste pietre "zen" che si sollevano sul ghiaccio. Non vi sembrano scene provenienti da un'atmosfera ricca di pace ed equilibrio?

Advertisement
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie