Il Regno Unito apre la sua prima centrale geotermica: alimenterà 10.000 case sfruttando il calore della Terra - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Il Regno Unito apre la sua prima centrale…
15 persone hanno fotografato alcune meraviglie della natura in grado di sorprenderci per la loro rarità 20 irresistibili foto condivise dai proprietari di gatti mostrano i motivi per cui tu debba averne almeno uno

Il Regno Unito apre la sua prima centrale geotermica: alimenterà 10.000 case sfruttando il calore della Terra

11 Gennaio 2021 • di Lorenzo Mattia Nespoli
1.608
Advertisement

Quando pensiamo a fonti di energia sostenibili e non dannose per il nostro Pianeta è sorprendente rendersi conto che spesso è proprio la Terra a fornirci molte delle risorse di cui abbiamo bisogno. Non è un caso se la luce del sole, la forza del vento e persino il calore prodotto in modo naturale dal globo, negli ultimi decenni, stiano rappresentando modi alternativi e a basso impatto per alimentarsi senza gravare sull'ambiente.

Qui vogliamo parlarvi di un grande passo avanti compiuto riguardo allo sfruttamento del calore prodotto dalla Terra. L'energia geotermica è infatti un settore davvero promettente, non sempre valorizzato a dovere. Per questo motivo, l'impianto messo a punto nel Regno Unito è importantissimo: questa centrale sarà in grado di alimentare migliaia di abitazioni con costi ambientali ridotti tramite una fonte inesauribile e pulita.

Siamo in Cornovaglia, e per la precisione a Redruth. È proprio qui che sorge la centrale geotermica frutto del progetto United Downs Deep Geothermal Power, un'iniziativa finanziata sia con soldi pubblici che privati e sul quale la società Ecotricity ha già firmato un accordo per alimentare 10.000 case con l'energia prodotta da calore terrestre.

Quello utilizzato nell'impianto della Cornovaglia è un sistema geotermico avanzato, che per produrre elettricità sfrutta la permeabilità delle rocce della zona, perforate in profondità. È da laggiù che viene prelevata acqua caldissima che poi, dopo essere stata pompata in appositi pozzi, viene convertita in energia elettrica grazie a delle turbine a vapore.

L'acqua calda estratta dall'impianto, poi, potrà essere utilizzata anche per generare calore utile alle strutture circostanti, riscaldandone in questo modo gli ambienti.

"Siamo lieti di far parte di questo progetto: la geotermia è una forma di energia davvero entusiasmante e fondamentale per decarbonizzare", ha detto Dale Vince, fondatore di Ecotricity. In effetti, considerando che questo tipo di alimentazione è molto più stabile e garantito rispetto a quello solare o eolico, si comprendono facilmente i vantaggi di utilizzare un sistema del genere.

Advertisement

La quantità di energia presente nel sottosuolo è davvero cospicua e, sebbene i costi per realizzare impianti come quello messo a punto in Cornovaglia non siano bassi, sono i progetti come questo quelli che fanno ben sperare in un futuro fatto sempre più di modi intelligenti per alimentarsi senza far male al Pianeta.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie