Questa protesi stampata in 3D è più economica e leggera rispetto a quelle tradizionali: sembra una gamba vera - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Questa protesi stampata in 3D è più…
Questo affascinante murale in 3D si anima con la realtà aumentata ed è un importante monito per tutti 15 foto di case reali che ci fanno venire immediatamente voglia di cambiare casa

Questa protesi stampata in 3D è più economica e leggera rispetto a quelle tradizionali: sembra una gamba vera

29 Dicembre 2020 • di Lorenzo Mattia Nespoli
3.011
Advertisement

Quando le tecnologie più moderne si mettono al servizio dei problemi quotidiani che affliggono tante persone si può solo gioire. Sebbene infatti si pensi che molte scoperte, invenzioni e innovazioni difficilmente trovino un'applicazione pratica, il mondo è pieno di persone che investono tutto il loro impegno in progetti virtuosi e lodevoli, proprio come quello di cui stiamo per parlarvi.

Il settore della stampa in 3D negli ultimi anni ha fatto passi da gigante, tanto che ormai è possibile realizzare qualunque cosa, con tempi ridotti e costi abbastanza contenuti, dagli oggetti più piccoli a vere e proprie case. In questo contesto, non potevano mancare le innovazioni per le protesi destinate a persone con disabilità, e gli arti 3D che vi mostriamo di seguito sono uno splendido esempio di tecnologia al servizio di chi è meno fortunato.

immagine: willrootdesign.com

Si chiama Exo Prosthetic e sarebbe riduttivo definirla "protesi". Realizzato tramite una stampante e uno scanner 3D, oltre che tramite uno specifico programma di modellazione, questo arto promette di essere meno costoso, più leggero e personalizzabile e adattabile rispetto a quelli tradizionali.

immagine: willrootdesign.com

Tramite un'accuratissima scansione della gamba dei pazienti, William Root e il team di Exo Prosthetic sono in grado di replicare fedelmente gli arti, in modo da favorire il massimo confort a chi le indossa. Stessa forma, stesse dimensioni e misure perfette per un arto artificiale che è persino personalizzabile dal punto di vista dell'estetica e dei colori. Exo Prosthetic, infatti, mira a non dare alla gamba posticcia le tipiche sembianze "robotiche", ma a renderla quanto più possibile umana e comoda da portare.

Advertisement
immagine: willrootdesign.com

Una volta che la gamba è coperta dai vestiti, infatti, è praticamente indistinguibile da un arto comune. Una protesi davvero futuristica, dunque, che fa ben sperare affinché tante persone che hanno difficoltà legate a disabilità e mancanze possano sentirsi sempre più sicure in tutto quello che fanno.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie