Un team di ricerca realizza un "legno" trasparente quasi come il vetro, per finestre resistenti ed ecologiche - Curioctopus.it
x
Un team di ricerca realizza un "legno"…
19 foto memorabili in cui lo sfondo è decisamente più interessante delle scene in primo piano I divertenti

Un team di ricerca realizza un "legno" trasparente quasi come il vetro, per finestre resistenti ed ecologiche

24 Ottobre 2020 • di Matilde de Bisogno
1.933
Advertisement

Da anni impegnati a tentare di azzerare lo spreco energetico negli Stati Uniti derivante dalla scarsa capacità isolante dei vetri di finestre e porte, i ricercatori delle Università del Maryland e del Colorado, guidati da Junyong Zhu, sono riusciti a realizzare un materiale ligneo completamente trasparente. Il tutto con un occhio alla eco-sostenibilità: i prodotti che hanno utilizzato sono infatti facilmente reperibili e biodegradabili.

immagine: UMD/Youtube

Questo gruppo di scienziati ha definito questo materiale "tra i più promettenti del futuro" grazie alla grande capacità isolante che ha dimostrato di possedere. Una scoperta questa che sarà in grado di cambiare completamente le nostre case. Infatti il vetro, largamente utilizzato per la costruzione di finestre, ha un costo più alto e prevede anche un maggior dispiego ecologico rispetto al legno che invece, non solo è più economico e per la sua estrazione prevede bassissime emissioni di carbonio, ma ha anche un'efficienza termica addirittura di cinque volte maggiore. 

immagine: UMD/Youtube

Entrando più nello specifico, gli scienziati per sviluppare questo nuovo tipo di composto hanno utilizzato il legno degli alberi di balsa. L'hanno immerso per sbiancarlo del tutto in un bagno ossidante e, per renderlo completamente trasparente, hanno aggiunto al suo interno un polimero sintetico dal nome alcol polivinilico (PVA).

Essendo un materiale naturale, riesce a resistere rispetto al vetro ad impatti più violenti e invece di frantumarsi si piega, o al massimo si scheggia. I risultati che hanno raggiunto i ricercatori sono stati pubblicati sul Journal of Advanced Functional Materials. Insomma, biodegradabilità, vantaggi per il consumatore e prezzi bassi: cosa aspettano a produrlo su larga scala?

 
Advertisement
immagine: UMD/Youtube
Tags: UtiliIdee
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie