Questo modello di aereo ha una forma a V e consuma il 20% in meno di carburante rispetto agli altri velivoli - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Questo modello di aereo ha una forma…
20 foto che avrebbero bisogno di un manuale di istruzioni per essere comprese appieno 19 foto in cui la natura ha trovato il modo di crescere non curandosi dei limiti che cerchiamo di imporle

Questo modello di aereo ha una forma a V e consuma il 20% in meno di carburante rispetto agli altri velivoli

07 Settembre 2020 • di Simone Fabriziani
1.612
Advertisement

Nella corsa odierna alla tecnologia a basso consumo energetico e con un occhio che strizza alle delicate tematiche ambientali, anche l'ingegneria aeronautica si sta adeguando, e sono numerosi i modelli e i prototipi di aeroplani e aerei di linea che hanno l'ambizione di ridurre drasticamente il consumo di energia non rinnovabile. Un'ambizione che stanno portando avanti alla TU Delft in Olanda, con un prototipo aereo di Flying V piuttosto innovativo nella forma e nelle funzioni.

via: TuDelft
immagine: Tudelft

Il prototipo di Flying V progettato dall'ingegnere Roelof Vos è stato realizzato all'interno di un hangar in Germania; il modello, dalle misura di 22,5 chilogrammi e lungo 3 metri, è stato appositamente creato per divenire un aereo a lunga distanza e ad alta efficienza energetica; infatti, la sua particolare forma a V permette che le cabine dei passeggeri, la stiva e i serbatoi del carburante siano tutti posizionati nelle due ali.

La forma aerodinamica del veicolo alato e il suo peso piuttosto ridotto rispetto ad altri suoi modelli imparentati, renderebbe il Flying V un modello di risparmio di carburante di almeno il 20% del normale livello degli altri velivoli.

immagine: Tudelft

Afferma Vos: “Una delle nostre preoccupazioni era che il prototipo potesse avere qualche difficoltà a decollare poiché calcoli precedenti avevano dimostrato che la" rotazione "poteva essere un problema. Il team ha ottimizzato il modello di volo in scala per prevenire il problema, ma per fare una frittata devi rompere qualche uovo. Devi volare per saperlo con certezza."

La rotazione preliminare del modello in scala è andata bene, con una velocità media di 80 chilometri all'ora; adesso, TU Delft spera di testare l'aereo di linea in un simulatore di volo avanzato e di utilizzare i risultati per la ricerca e lo sviluppo di un modello che possa solcare i cieli al più presto possibile per i passeggeri di tutto il mondo.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie