Eredita le vecchie foto realizzate dal nonno e le pubblica: gli scatti hanno tutto il fascino dei tempi andati - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Eredita le vecchie foto realizzate dal…
Un fotografo ha ricreato i ritratti di alcuni personaggi storici usando i loro diretti discendenti come modelli Exolung, il respiratore subacqueo che fornisce ossigeno

Eredita le vecchie foto realizzate dal nonno e le pubblica: gli scatti hanno tutto il fascino dei tempi andati

03 Settembre 2020 • di Simone Fabriziani
1.882
Advertisement

Spolverare i vecchi bauli nel nostro garage o stipati nel nostro ripostiglio di casa da fin troppo tempo e trovare tesori nascosti di valore inestimabile. Questo è accaduto a Dylan Scalet, che nel 2014 ha ereditato una quantità enorme di vecchie fotografie scattate da suo nonno Jack Sharp, e soltanto recentemente il nipote ha aperto il baule in cui erano custodite ed ha iniziato ad ammirarle profondamente, a digitalizzarle e poi a pubblicarle su Internet.

via: Jack Sharp
immagine: jacksharp_photo

Dylan non è riuscito a conoscere di persona il nonno, visto che Jack Sharp è venuto a mancare prima della sua nascita, ma il fatto che avesse ricevuto in eredità quella straordinaria montagna di vecchi scatti fotografici lo ha da sempre entusiasmato molto. Dylan ha difatti affermato: Ero davvero entusiasta di scoprire cosa c'era dentro tutte le scatole che avevo ereditato. C'era così tanto, poteva essere qualsiasi cosa! Come potete immaginare, sono rimasto piacevolmente sorpreso, il che ha reso il processo di scansione digitale meno noioso poiché ci sono volute settimane per recuperarle tutte."

Advertisement

Dylan Scalet ha poi continuato: " Avendo imparato a conoscere i grandi fotografi come Henri Cartier-Bresson e Vivian Maier, semplicemente non potevo credere alle immagini che stavo vedendo mentre mi tuffavo in quell'archivio. Ho capito subito che queste foto erano speciali. Non solo perché erano di mio nonno, ma perché ho potuto riconoscere oggettivamente la bellezza di queste fotografie. Sapevo che sarebbe stato un sacco di lavoro!"

Advertisement

C'è voluto però del tempo prima che Dylan riuscisse a digitalizzare tutta l'opera fotografica del nonno talentuoso; come ha raccontato difatti il nipote di Jack Sharp: " Era un progetto che volevo fare da quando avevo scansionato alcuni pezzi del suo lavoro all'università, ma dopo essermi laureato, ero più concentrato sull'avvio di una carriera e non avevo i fondi per ottenere uno scanner adeguato. 5 anni dopo, ho potuto investire in un Epson V850 e il lockdown è stato il momento perfetto per superare ogni ostacolo e mettermi finalmente a lavoro!"

Advertisement
Advertisement

Nonostante Dylan non abbia mai conosciuto il nonno, ha da sempre sentito parlare di lui da tutti i membri della famiglia: " Jack è nato ad Harrold, nel Regno Unito nel 1928 e poi si è trasferito in Svizzera nel 1955 all'età di 27 anni per entrare a far parte della famosa organizzazione di ricerca CERN come ingegnere. Non ho mai incontrato mio nonno, ma tutto quello che so di lui sono le storie che sento da mia madre o da altri parenti. Tutti lo amavano, lui amava la vita e l'amava al massimo. Era chiaramente un uomo molto intelligente e metteva sempre tutto il suo cuore in ciò che faceva!

Continuate ad ammirare altri scatti fotografici realizzati da Jack Sharp nella galleria Instagram pubblicata da Dylan:

immagine: jacksharp_photo
immagine: jacksharp_photo
immagine: jacksharp_photo
immagine: jacksharp_photo
immagine: jacksharp_photo
immagine: jacksharp_photo
immagine: jacksharp_photo

Un bel tuffo nel passato in un tempo che ora non tornerà più, non credete?

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie