Rifare il letto subito dopo essersi alzati potrebbe avere effetti negativi sulla salute: lo rivela una ricerca - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Rifare il letto subito dopo essersi…
13 scalinate mozzafiato che sembrano sfidare le leggi dell'architettura 10 oggetti di design talmente brutti che i loro creatori meriterebbero un premio per il coraggio

Rifare il letto subito dopo essersi alzati potrebbe avere effetti negativi sulla salute: lo rivela una ricerca

08 Agosto 2020 • di Lorenzo Mattia Nespoli
2.227
Advertisement

Ci sono abitudini che sono più o meno radicate in ognuno di noi, gesti e azioni che ripetiamo ogni giorno e che non sempre ci fa piacere compiere. Pensate ad esempio al letto da sistemare al mattino: è raro trovare qualcuno a cui piaccia fare questa faccenda. I motivi sono molteplici, e spaziano dalla semplice pigrizia alla mancanza di tempo.

Per chi proprio non ama cimentarsi tra lenzuola, coperte e cuscini da rassettare, però, la ricerca scientifica di cui stiamo per parlarvi potrebbe essere un'ottima "scusa" per lasciare tutto com'è e ritardare di un po' la temuta e noiosa operazione. Il motivo? Rifare il letto subito dopo essersi alzati potrebbe avere effetti negativi sulla nostra salute e sulla nostra igiene.

via: BBC
immagine: Piqsels

Se pensiamo per un attimo alle nostre nonne, magari ci verrà in mente che erano solite "far prendere aria" al letto, ai cuscini e alle coperte dopo essersi alzate. Un'abitudine per niente sbagliata, stando a quello che ha riferito lo studio condotto dalla Kingston University di Londra, e in particolare dal ricercatore Stephen Preslove.

«Lasciare il letto disfatto durante il giorno può rimuovere le tracce di umidità dalle lenzuola e dal materasso, favorendo la disidratazione degli acari e la loro scomparsa». Partendo da questo presupposto, va da sé che rifare il letto pochi minuti dopo essersi alzati non consenta al luogo in cui dormiamo per ore di liberarsi dei temibili acari, che in genere prosperano in condizioni calde e umide, proprio come quelle di un letto occupato.

Ovviamente, per la maggior parte di noi la "convivenza" con gli acari è pacifica e serena, ma ci sono fisici che proprio non possono tollerarli, e sono molto più sensibili alla loro presenza, manifestando asma, infezioni e problemi respiratori. È proprio a questi soggetti che è rivolta in particolare la ricerca.

Per manifestare la sua efficacia, l'operazione di lasciare il letto disfatto per farlo "asciugare" dovrebbe in ogni caso essere fatta in ambienti di base poco umidi, che favorirebbero il dissolvimento degli acari, come ha sottolineato Andrew Wardlaw, della British Society for Allergy and Clinical Immunology. Scuotere bene materassi e coperte, poi, è un ulteriore modo per garantire che polvere e acari se ne vadano via e non proliferino. Insomma, se il vostro letto rimane disfatto a lungo, non preoccupatevi: avete un'ottimo motivo per dedicarvi ad altro e lasciarlo qualche ora in più a "purificarsi"!

Tags: ScienzaSalute
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie