Rigenerare le foreste "bombardando" il terreno con i semi: in Thailandia questa tecnica sta dando i suoi frutti - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Rigenerare le foreste "bombardando"…
30 animali che la mescolanza genetica ha reso più unici che rari Mini robot che indirizzano i farmaci verso le cellule tumorali: i risultati dei test sono incoraggianti

Rigenerare le foreste "bombardando" il terreno con i semi: in Thailandia questa tecnica sta dando i suoi frutti

7.491
Advertisement

Le attività umane stanno lentamente ma inesorabilmente causando danni irreversibili alla natura del nostro Pianeta.

Negli anni, animali, piante e acque che mantengono i naturali equilibri sulla Terra hanno spesso dovuto subire politiche e azioni sconsiderate, magari dettate da necessità di profitti e poca lungimiranza.

La deforestazione, in questo panorama poco rassicurante, è uno dei maggiori problemi con cui necessariamente dobbiamo fare i conti. Il patrimonio verde danneggiato è considerevole, ma con i dovuti sforzi può essere - almeno in parte - recuperato.

Un esempio virtuoso, che mira a intervenire in maniera semplice e diretta per creare nuove piante e forme di vita è quello che ha fatto balzare all'attenzione globale la Thailandia.

Questo Paese del Sud-est asiatico, con oltre 6 milioni di chilometri quadrati di foreste, è considerato uno dei polmoni verdi del Pianeta. Il problema è che rispetto al passato, a causa dell'abbattimento degli alberi, che ha liberato spazio per coltivazioni di gomma e olio di palma, ne sono andati persi circa dieci chilometri quadrati.

Come intervenire allora? Un metodo è stato "preso in prestito" dall'idea del maestro giapponese Masanobu Fukuoka, padre dell'agricoltura naturale. 

Con l'intento basilare di assecondare la natura, da circa quattro anni in Thailandia si alzano in volo grossi aerei militari che "bombardano" le aree verdi deforestate con semi di alberi.

Il primo di questi "bombardamenti" è avvenuto nella regione di Phitsanulok, sorvolata e colpita dai semi per circa 800 ettari di foresta. L'obiettivo è quello di valutare la situazione all'inizio del 2020 quando, secondo le stime, risultati concreti dovrebbero già essere visibili.

Nel frattempo, questa originale ed efficace tecnica di rimboschimento continua a essere portata avanti. Le "bombe di semi" vengono create appositamente in modo che quando raggiungono il terreno possano penetrarvi e, auspicabilmente, crescere come alberi.

Advertisement

Nello specifico, i semi delle piante locali vengono miscelati ad argilla, terra e compost e "confezionati" proprio per essere autonomi nella crescita. Gli anni di riforestazione già trascorsi hanno dimostrato che questa tecnica (più semplice ed economica rispetto alle rimboschimento tradizionale) può arrivare ad avere successo per circa il 70% dei semi lanciati dagli aerei.

Dopo anni di sfruttamento intensivo delle risorse e dei terreni della Terra, dunque, un'idea del genere sembra rappresentare una via giusta per restituire alla natura ciò che le abbiamo tolto.

Tags: NaturaGreen
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie