Ai Pioppi: ecco il Luna Park di Treviso a impatto zero che non usa elettricità - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Ai Pioppi: ecco il Luna Park di Treviso…
Uno studio scientifico scopre il meccanismo per Un matematico sviluppa un pesticida naturale in grado di proteggere le piante senza uccidere le api

Ai Pioppi: ecco il Luna Park di Treviso a impatto zero che non usa elettricità

1.931
Advertisement

L'idea di un'unione tra strutture umane e natura appare impensabile. Ci sembra quasi inimmaginabile che una costruzione fatta dall'uomo possa convivere in un ambiente naturale senza contaminarlo e, pian piano, danneggiarlo. Esiste, però, un posto in cui tutto ciò è possibile. Si tratta di un parco giochi immerso nella natura veneta, totalmente a impatto zero. Si trova a Nervesa della Battaglia, a Treviso, e ogni anno attrae più di 50 mila visitatori.

immagine: Ai Pioppi

Ai Pioppi, il Luna Park di cui stiamo parlando, è nato dall'ampliamento di un'osteria di famiglia aperta nel 1969. Dall'anno di fondazione dell'osteria, il proprietario Bruno Ferrin, non ha fatto altro che servire cibo ai suoi clienti e sviluppare il progetto che oggi tutti noi possiamo ammirare: un luna park in cui le giostre sono attivate dall'energia di chi ci sale sopra o da quella sviluppata naturalmente dalla forza di gravità.

immagine: Ai Pioppi

Il parco giochi è immerso in un bosco composto da faggi, castagni, platani, betulle e olmi che fanno da sfondo alle varie attrazioni creando un paesaggio particolarmente evocativo, fiabesco che ha affascinato tutto il mondo, tanto da apparire in un articolo di The Guardian sulle attrazioni amatoriali più interessanti e particolari del mondo.

Advertisement
immagine: Ai Pioppi

Al momento "Ai Pioppi" è composto da 45 giostre: liane, scivoli, altalene, il giro adrenalinico in bici, il pendolo, le catenelle, una teleferica, una ruota ispirata all'uomo vitruviano e molto altro. A breve dovrebbe dotarsi persino di una catapulta gigante.

immagine: Ai Pioppi

Ai visitatori è richiesto solo di consumare un buon pasto all'osteria di Bruno e controllare che le giostre siano perfettamente funzionanti: non è necessario alcun biglietto supplementare. Con il controllo dei visitatori, poi, la manutenzione diventa ancora più semplice e precisa.

immagine: Ai Pioppi

L'osteria e il luna park sono aperti, però, solo sabato, domenica e durante i festivi, dalle 10:30 fino a sera, con cucina ad orario continuato. Ad agosto l'apertura sia della cucina che del parco giochi è prevista, invece, tutti i giorni.

Insomma, andare "Ai Pioppi" è davvero un'ottima idea per passare un fantastico week-end con la famiglia o gli amici!

Source:

Tags: CuriosiGreenLuoghi
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie