Una compagnia giapponese proclama la costruzione di un ascensore spaziale entro il 2050 - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Una compagnia giapponese proclama la…
7 scoperte che hanno suscitato quesiti non ancora risolti Questo artista ha trovato il modo di disegnare i graffiti nel bosco pur rispettando la natura

Una compagnia giapponese proclama la costruzione di un ascensore spaziale entro il 2050

3.812
Advertisement

La compagnia giapponese Obayashi ha pianificato la costruzione di un ascensore spaziale entro l'anno 2050; tale struttura permetterà veloci scambi di carichi e persone con una nuova stazione spaziale, anch'essa in fase di progettazione. L'ascensore della Obayashi assumerebbe inoltre la funzione di porto spaziale, in vista di futuri viaggi su Marte, sulla Luna e su eventuali altre mete extra-terrestri.

Immagine di copertina: NASA/ Wikimedia

Un progetto che non ha alcun precedente nella storia.

immagine: Unknown/ Wikimedia

"Il processo di costruzione consisterà nella distribuzione del cavo principale e nella costruzione delle strutture. Sarà necessario analizzare la dinamica del cavo per valutare le caratteristiche dello stesso, del contrappeso, delle varie strutture e dei montanti, oltre che per determinare le procedure di costruzione. I parametri per valutare la dinamica del cavo sono la tensione, lo spostamento e l'allungamento causati dalla salita, dalle masse dei contrappesi e del cavo stesso, dal vento e dai carichi fissi delle strutture. Abbiamo progettato il sistema e determinato il processo di costruzione grazie all'aiuto di simulazioni al computer delle equazioni del moto.”
Cit. Obayashi Corporation

Caratteristiche dell'ascensore spaziale

Secondo quanto è stato previsto dai calcoli degli addetti ai lavori, l'ascensore della Obayashi raggiungerà i 96.000 km circa e sarà costituito da un lungo e largo cavo in nanotubi di carbonio e in nanofili di diamante- tra i più resistenti, flessibili e leggeri materiali conosciuti. Esso permetterà un'incredibile riduzione delle spese per l'invio di risorse e personale nello spazio - circa il 90% in meno rispetto a quelle attuali - che permetterà la quasi totale abolizione di razzi e carburanti.

Advertisement

La struttura è stata concepita con la doppia funzionalità di mezzo di trasporto e di porto spaziale: l'ascensore sarà, infatti, anche un porto per i viaggi su lunghe distanze.

La Obayashi ha programmato l'inizio dei lavori per il 2025, prevedendo che la costruzione durerà all'incirca venti anni:

Le due estremità della struttura saranno collocate l'una sulla superficie terrestre, e l'altra nello spazio; la seconda consisterà in un contrappeso di circa 13.000 tonnellate, il quale avrà la funzione di stabilizzare l'ascensore; il centro di massa della struttura sarà fatto coincidere con l'altezza di "orbitaggio" geostazionario. L'ascensore spaziale potrà, in questo modo, garantire il trasporto di un totale di 100 tonnellate.

Entro il 2050 la Terra potrebbe seriamente fare affidamento su un ascensore spaziale.

Tags: ScienzaSpazio
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie