Sapete davvero come si lavano i denti? Ecco le regole d'oro del dentista per una bocca sana e profumata - Curioctopus.it
x
Sapete davvero come si lavano i denti?…
Riconoscete questi splendidi granai del XV secolo? Li avete visti sicuramente in un film... Tutte le applicazioni e i dispositivi che aiutano a non dimenticare i bambini in auto

Sapete davvero come si lavano i denti? Ecco le regole d'oro del dentista per una bocca sana e profumata

18 Giugno 2017 • di Giulia Bertoni
13.970
Advertisement

Sin dalla più tenera età ci viene spiegato che per evitare carie e altri problemi ai denti, la prima cosa da fare è curarne l'igiene lavandoli almeno due volte al giorno. Ma del modo esatto in cui andrebbero lavati perché la routine si riveli davvero efficace cosa ci dite? Ecco spiegata la procedura ottimale per ottenere un risultato di vera pulizia e che non danneggia la salute dei denti.

9 punti da seguire per avere una bocca sana, pulita e "profumata".

immagine: Graphic Stock
  1. I denti vanno lavati almeno due volte al giorno, ma soprattutto subito prima di andare a dormire perché è durante la notte che i residui di cibo vanno a infilarsi negli spazi interdentali e che si crea la placca dentale che favorisce l'adesione batterica.

  2. Lavare i denti subito dopo mangiato a volte è sbagliato: i cibi e le bevande acide che consumiamo possono erodere lo smalto e per questo passarci su lo spazzolino subito dopo il pasto faciliterebbe la rimozione di questa importante componente protettiva (e ingiallire i vostri denti!). Il consiglio è lavare i denti prima di fare colazione e di attendere comunque 30 minuti dopo aver mangiato.

  3. Usate poco dentifricio. Usare molto dentifricio non è necessario, anzi, potrebbe persino impervi di pulire correttamente i denti in quanto le setole dello spazzolino non arrivano a toccarne bene la superficie. Inoltre il comune dentifricio serve principalmente a dare una sensazione di freschezza alla bocca, più che a combattere i batteri presenti in essa, perciò pensate a risparmiare!

  4. Tutti noi finiamo sempre per spazzolare con energia la superficie dei denti incisivi, ma l'attenzione dovrebbe essere spostata verso la pulizia dello spazio fra gengiva e dente e degli spazi interdentali, procedendo con movimento singoli dall'alto verso il basso.

  5. Spazzolate delicatamente e nel verso giusto! Applicare un'energia eccessiva danneggia lo smalto e provoca la recessione delle gengive, soprattutto quando si procede orizzontalmente o dal dente verso la gengiva (come accennavamo nel punto precedente).

  6. Procedete un dente alla volta. Questo non solo vi permette di rimuovere con più efficacia i residui di cibo, ma vi "costringe" a curare ogni parte della bocca, non solo quelle più comode da raggiungere.

  7. Sputate, non sciacquate. Se usate una piccola quantità di dentifricio, dopo potrete anche evitare di risciacquarlo via immediatamente: lasciate che agisca a lungo provando solo a sputare un po' di saliva.

  8. Cambiate lo spazzolino ogni tre mesi. Superato questo periodo di tempo le setole non agiranno più allo stesso modo e la loro attaccatura sarà ormai diventata un covo di batteri.

  9. Lavate la lingua! In pochi ci pensano ma spazzolare questa parte della bocca non solo serve ad agire efficacemente contro i batteri che qui si adagiano in notevoli quantità, ma aiuta moltissimo a "monitorare" la questione alito...
Tags: UtiliSalute
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie