Trucchi vincenti per bambini capricciosi: ecco 3 dritte per far mangiare i bambini come volete voi - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Trucchi vincenti per bambini capricciosi:…
Acido citrico: una sostanza naturale per rimpiazzare praticamente tutti i prodotti per le pulizie Tremendi, geniali, spietati: l'inventiva di questi professori meriterebbe un premio di categoria

Trucchi vincenti per bambini capricciosi: ecco 3 dritte per far mangiare i bambini come volete voi

7.222
Advertisement

Far mangiare le verdure ai bambini è un'impresa in cui i genitori (e le maestre a scuola!) si cimentano da tempo immemore con risultati solitamente scarsi. Non sappiamo come, ma il colore verde di queste pietanze, anziché esercitare l'effetto rilassante che ha in altre situazioni, sembra proprio far inorridire i più piccoli chiudendo ogni spiraglio di coraggioso assaggio. Come evitare allora che questo accada? Ecco tre indicazioni utili per riuscire a far in modo che i bambini mangino le verdure.

Immagine di copertina: Graphic Stock/YouTube

1. Usare le loro passioni per "ingannarli"

immagine: YouTube

A volte dare a un piatto un nome di fantasia o particolare, che magari richiami qualcosa che a loro piace tanto come può essere un cartone animato, può rivelarsi la chiave verso il successo. Dateci sotto con le minestre di Shrek per le verdure verdi, quelle col nome di qualche eroina Disney per quelle con la rapa rossa (che farà diventare tutto rosa), e così via. Vedrete che per loro potrebbe fare tutta la differenza del mondo.

2. Ricorrere sempre al gioco

Un'altra cosa importante a fare è evitare di rendere la questione verdure più complicata del normale: cercate di non enfatizzare un pasto che le contiene annunciandolo prima o facendolo apparire come un problema anche solo dal tono della voce che usate per annunciarlo. Meno le differenziate dagli altri alimenti, più il consumo di verdure apparirà come una cosa del tutto normale! Se siete già nella fase di rifiuto, però, ricordate che ricorrere al gioco è sempre un'ottima idea. Un metodo potrebbe essere quello di ricorrere al sistema delle espressioni facciali ideato da Wong-Baker: solitamente viene usato in ambito pediatrico per aiutare i bambini a definire l'intensità del dolore, ma voi potete sfruttarlo per fini molto meno tristi chiedendo ai vostri piccoli di assegnare un volto alla pietanza che hanno appena mangiato, magari una cosa nuova per loro, promettendo di riproporre solo quelli che hanno avuto un voto positivo e post-ponendo di qualche mese la preparazione di quelli che non hanno avuto successo. In questo modo i bambini si sentono coinvolti e presi sul serio e voi avrete qualche speranza in più di riuscire a far mangiare loro quello che dite voi.

Advertisement

3. Una forma diversa

Infine una dritta che forse conoscevate già: provate a camuffare il verdissimo (o "fruttosissimo") contenuto di una pietanza dandole una forma insolita come questa invitante torta rustica a forma di sole e invitate i bambini a mangiare "parti del corpo" anziché la noiosissima 'fetta di'. 

Fateci sapere se conoscete qualcun'altra di queste dritte!

Tags: BambiniTrucchiUtili
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie