Analfabetismo funzionale: in Italia solo 1 persona su 3 capisce DAVVERO quello che legge o ascolta - Curioctopus.it
x
Analfabetismo funzionale: in Italia…
Una nevicata senza precedenti ricopre l'antica capitale del Giappone: ecco Kyoto in vesti eccezionali L'orologio del Pavone: l'unico esempio di robotica del 1700 ancora funzionante

Analfabetismo funzionale: in Italia solo 1 persona su 3 capisce DAVVERO quello che legge o ascolta

22 Gennaio 2017 • di Giulia Bertoni
10.215
Advertisement

In Italia l'analfabetismo si considera un problema sostanzialmente debellato del tutto. Forse non tutti sanno, però, che esistono diversi tipi di analfabetismo; quello a cui ci si riferisce normalmente è detto 'strumentale', ossia il non saper decifrare uno scritto perché non se ne conoscono i segni grafici. Oltre ad esso esiste anche l'analfabetismo funzionale, che consiste invece nell'incapacità o la difficoltà di una persona di applicare le sue abilità nella scrittura, lettura o nel calcolo a situazioni di vita reale.

Le preoccupanti percentuali italiane.

immagine: Graphic Stock

Essere un analfabeta funzionale significa avere una capacità di comprendere e saper riformulare quello che si ascolta o legge inferiore alla media.
Il dato sorprendente e preoccupante è che in Italia questo problema interessa circa il 70% della popolazione. Ne aveva parlato in maniera diffusa il grande linguista Tullio De Mauro in questa intervista, presentando la situazione italiana come particolarmente grave, paragonabile solo a quella spagnola. Spiegava De Mauro: "Soltanto un po’ meno di un terzo della popolazione ha quei livelli di comprensione della scrittura e del calcolo dal terzo livello in su che vengono ritenuti necessari per orientarsi nella vita di una società moderna".
Il problema è che spesso, anche dopo aver raggiunto ottimi livelli di alfabetismo e calcolo, le persone intraprendono uno stile di vita che le allontana dalla pratica della lettura e dell'esercizio numerico; si dedicano ai propri compiti quotidiani smettendo di mettersi alla prova e favorendo l'atrofizzazione di processi mentali che si facevano invece da giovani.
Questa tendenza ha forti ripercussioni anche sulle capacità produttive di un paese, infatti secondo De Mauro l'analfabetismo funzionale è fra i responsabili del ristagno economico che interessa il nostro paese dall'inizio degli anni Novanta. Stando agli studi dell'esperto, raccolti nel testo Storia linguistica dell'Italia repubblicana, solamente il 10% degli italiani può essere considerato veramente in grado di comprendere esaustivamente un testo mediamente complesso, orale o scritto che sia.

Tags: ItaliaCulturali
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie