No allo spreco: questi poster della I guerra mondiale hanno ancora qualcosa da insegnarci

Claudia Melucci image
di Claudia Melucci

06 Gennaio 2017

No allo spreco: questi poster della I guerra mondiale hanno ancora qualcosa da insegnarci
Advertisement

Quando si dice che dalla Storia abbiamo sempre qualcosa da imparare, non si esprime un concetto ridondante. Gli eventi storici si susseguono in maniera ciclica, quindi studiare i fatti del passato ci permette di sviluppare insegnamenti per il futuro

Queste immagini risalenti alla prima guerra mondiale sono più attuali che mai: dovremmo leggerle ogni giorno per ricordare alcune regole d'oro che non hanno un'età.

via vintagemaineimages.com

No allo spreco: questi poster della I guerra mondiale hanno ancora qualcosa da insegnarci - 1

Allo scoppio del conflitto tutti pensavano che non sarebbe durato più di qualche mese e nessuno si mostrò preoccupato per una eventuale carestia. La storia ci racconta oggi la lunga durata della guerra e i danni causati dalle interminabili battaglie.

Con la diminuzione di risorse di qualsiasi genere, la società iniziò a fare propri i concetti di risparmio e riparazione. Anche i governi iniziarono a toccare con mano il pericolo di una carestia di cibo, perciò diffusero immagini che incoraggiavano la popolazione a non sprecare.

Fortunatamente oggi non viviamo in nessuna allerta cibo, ma ricordare le parole di questo poster non fa male. L'immagine recita:

"Cibo: 1) Compralo con coscienza, 2) Cucinalo con cura, 3) Usa meno grano e carne, 4) Compra cibi locali, 5) Servi la giusta quantità, 6) Consuma ciò che è rimasto. Non sprecarlo!" 

Advertisement
No allo spreco: questi poster della I guerra mondiale hanno ancora qualcosa da insegnarci - 2

"Zucchero: 1) Non metterlo sulla frutta, 2) Non usarlo sui dolci, 3) Meno nei cereali, 4) Meno ne tè e nel caffè, 5) Meno nelle conserve, 6) Meno torte e caramelle, 7) Usa altri dolcificanti. Risparmialo!"

All'epoca queste raccomandazioni erano legate alla scarsa disponibilità dello zucchero. Oggi sicuramente non abbiamo tale problematica, tuttavia i punti rimangono ancora validi per una questione di salute. Troppo zucchero non fa bene all'organismo ed è preferibile usare altre forme di dolcificanti naturali. Risparmia(te)lo! 

No allo spreco: questi poster della I guerra mondiale hanno ancora qualcosa da insegnarci - 3

"Mangia più verdure: risparmia la carne per i soldati e gli alleati".

È importante tenere a mente la prima parte del poster! 

No allo spreco: questi poster della I guerra mondiale hanno ancora qualcosa da insegnarci - 4

"Da non fare: 1) Non usare la tua auto o la tua moto per giri di piacere, 2) Non comprare nuovi vestiti inutilmente, non vergognarti di indossare i tuoi vecchi abiti durante il periodo di Guerra, 3) Non avere una servitù più grande di quella di cui hai realmente bisogno. In questo modo risparmierai soldi per la Guerra, darai il giusto esempio ed avrai modo di impegnare il denaro in scopi più utili. La tua Nazione apprezza il tuo aiuto." 

Durante i periodi della grandi Guerre le nazioni sentivano il bisogno di modificare le abitudini del popolo in nome del benessere nazionale. Questo poster può essere letto in chiave moderna, relazionandolo all'impegno di di non inquinare oppure di non spendere soldi inutilmente. 

No allo spreco: questi poster della I guerra mondiale hanno ancora qualcosa da insegnarci - 5

"Se non sprechi niente, avrai sempre abbastanza. Preparati per l'inverno. Salva gli alimenti deperibili provvedendo alla loro conservazione adesso!"

L'abitudine delle nostre nonne di iniziare a preparare le provviste per l'inverno fin dall'estate, confezionando sott'oli, sott'aceto e conserve. 

Advertisement
No allo spreco: questi poster della I guerra mondiale hanno ancora qualcosa da insegnarci - 6

"Al mio amato: posso risparmiare sulle cene, sulla luce e anche sulla benzina. Ma non imparerò mai a risparmiare quando si tratta di amare te!" 

No allo spreco: questi poster della I guerra mondiale hanno ancora qualcosa da insegnarci - 7

"Lo zio Sam dice: l'orto per tagliare i costi del cibo!"

Una verità eterna: il risparmio con l'autoproduzione è reale! 

Advertisement
No allo spreco: questi poster della I guerra mondiale hanno ancora qualcosa da insegnarci - 8

"Mangia più prodotti con mais, avena e segale, pesce, pollame, frutta, verdura e patate al forno, bollite e alimenti alla griglia. Mangia meno grano, carne, zuccheri e grassi per risparmiare per l'esercito e gli alleati." 

Le stesso concetto oggi si rivolge più ad un fatto di salute!

Advertisement