Questa battaglia della II Guerra Mondiale divenne famosa per un macabro dettaglio - Curioctopus.it
x
Questa battaglia della II Guerra Mondiale…
Trasforma i disegni del figlio in realtà: il risultato è un divertimento assicurato Gli albori del nutrizionismo: ecco la dieta perfetta secondo i medici del Medioevo

Questa battaglia della II Guerra Mondiale divenne famosa per un macabro dettaglio

30 Ottobre 2016 • di Claudia Melucci
17.407
Advertisement

Al largo delle coste birmane si trova l'Isola di Ramree, una piccola macchia di terra emersa occupata quasi per intero da una fitta palude. Qui si è svolta una battaglia poco nota della Seconda Guerra Mondiale tra l'esercito britannico e quello giapponese. Lo scontro pur non essendo ricordato per la sua rilevanza ha senza dubbio la particolarità di essere tra i più strani e violenti del conflitto mondiale. Infatti in una sola notte le truppe giapponesi sono state decimate, ma non per mano dei soldati inglesi.

È stato l'esercito giapponese ad occupare per primo l'isola ma, data l'importanza strategica del territorio, nel 1945 i soldati inglesi hanno deciso di riconquistarla.

immagine: ramree.com

Dopo una campagna sanguinolenta, gli inglesi sono riusciti a respingere l'esercito giapponese nella palude infestata dalle mangrovie.

I soldati giapponesi invece di arrendersi alla potenza britannica e lasciare definitivamente l'isola, hanno deciso di restare nella palude in attesa del momento più opportuno per passare ad un contro attacco.

Durante la permanenza molti militari furono contagiati da malattie tropicali attraverso le punture di sciami di zanzare, altri si avvelenarono dopo essere stati punti da ragni ed altri insetti. Scarseggiava l'acqua potabile e molti cedettero alla tentazione di bere quella della palude. 

Advertisement

Ma tra le minacce nessuno considerò quella più pericolosa, responsabile del massacro finale. 

immagine: mdig.com.br

I combattenti inglesi hanno raccontato che una notte grida di strazio e di paura si sentivano provenire dalla palude. Non avevano idea di cosa stesse succedendo ma l'entità degli urli non lasciava presagire nulla di buono. L'esercito non aveva attaccato e non capivano il motivo per cui i soldati giapponesi gridassero. 

Nella palude, centinaia di uomini venivano uccisi da uno dei più pericolosi predatori della zona: il coccodrillo di acqua salata. Possono arrivare a raggiungere i 6 metri di lunghezza ma basta un esemplare di medie dimensione per uccidere un uomo in pochi secondi. 

Branchi di coccodrilli raggiunsero la palude attratti dall'odore di sangue delle precedenti uccisioni. I soldati giapponesi furono decimati.

Soltanto 520 uomini su 1000 sopravvissero al massacro di Ramree, alcuni seriamente feriti e deceduti inseguito. 

Sui libri di storia non viene riportata la battaglia sull'isola birmana in quanto rimane all'ombra dei più importanti e decisivi scontri, ma senza dubbio è uno degli episodi più singolari della Seconda Guerra Mondiale. 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie