Un fotografo entra in una casa abbandonata, ma nota degli aspetti davvero inquietanti - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Un fotografo entra in una casa abbandonata,…
Il fiume siberiano si tinge di rosso: le autorità negano, ma la causa è nota a tutti Ecco delle bellissime (e inquietanti) immagini di paguri che vivono nella spazzatura

Un fotografo entra in una casa abbandonata, ma nota degli aspetti davvero inquietanti

13 Settembre 2016 • di Silvia Ricciardi
21.780
Advertisement

Quante case abbandonate esistono in giro per il mondo? Ognuna di esse contiene segreti e memorie che troppo spesso rimangono seppellite al loro interno... ma fortunatamente esistono piccoli gruppi di veri e propri esploratori dediti a documentare cosa le antiche abitazioni racchiudano tra le loro mura!

È proprio questo il caso di una casa rurale nel cuore del Canada, una dimora abbandonata che sembra essere una capsula del tempo proveniente da una diversa era! Ma scopriamo i segreti di questa antica dimora e perché molti esploratori ritengono si distingua dalle altre case abbandonate...

Voci circolavano riguardo una casa canadese abbandonata ma quasi perfettamente intatta, così un fotografo riuscì a localizzarla...

... quando entrò, trovò la casa in condizioni accettabili, nonostante dei procioni avessero fatto della dimora la loro tana!

Advertisement

La stanza principale poteva accogliere un gran numero di persone, il fotografo trovò al suo interno una chitarra e uno stereo ancora collegato!

Un antico pianoforte in mezzo alla polvere, con un libro di inni sopra, dava l'impressione di essere stato appena suonato!

Nella stanza da pranzo la tavola era ancora apparecchiata, come se da un momento all'altro potesse essere imbandita!

Advertisement

Anche la cucina appariva in ottime condizione, il lavandino era pulito, perfetto per poter essere utilizzato!

L'orologio sopra la cucina indicava le 2:15 precise, come se il tempo si fosse fermato per sempre...

Advertisement

Negli armadietti dedicati alle stoviglie i piatti erano ben disposti, facevano eccezione solo quelli mossi dai procioni.

Nella stanzetta dei piccoli lavori manuali tutto era in ordine: nulla faceva pensare che i proprietari avessero deciso di non tornare più!

Advertisement

Il bagno era il posto più creepy! Non solo qualcuno sembrava averlo utilizzato come stanzino per vivere, ma la luce era ancora funzionante!

Non solo, la superficie della toletta era uno dei posti che presentavano maggior scompiglio tra tutti.

Invece all'interno dei cassetti i prodotti e gli accessori da bagno sono rimasti ordinati e sistemati in modo impeccabile!

Dietro lo specchio del bagno si erano conservati intatti prodotti per il primo soccorso, insieme ad alcuni medicinali.

Alcune foto, probabilmente appartenenti ai proprietari della casa, era come se avessero infestato la casa per anni...

Il fotografo è stato in grado di immortalare oggetti, libri e decorazioni, che potevano dare un senso dei proprietari della casa.

Le stanze da letto erano rimaste piuttosto in ordine, fatta eccezione sempre per gli interventi degli animali!

Al piano di sopra lo studio presentava una ricca collezione di libri, tutti perfettamente al loro posto, oltre a decorazioni un po' disturbanti!

Il fotografo ha anche rinvenuto un'addizionatrice, probabilmente un indizio del lavoro di uno degli occupanti della casa!

Tra i libri contenuti sugli scaffali non si potevano non notare quelli incentrati su temi spirituali...

A giudicare dall'ammontare di libri contenuti in ogni stanza, sembra proprio che ogni membro della famiglia leggesse molto!

Non solo, erano sicuramente tutti amanti della musica: oltre al piano, alla chitarra e allo stereo, anche un giradischi era presente!

Oltre al grammofono una larga quantità di dischi è stata rinvenuta...

Dopo aver trascorso diverse ore nella dimora, il fotografo decise di andarsene, assicurandosi prima di lasciare tutto come trovato!

E così lasciò la "capsula del tempo" così come la trovò, in attesa che qualche altro visitatore la trovasse e la esplorasse!

Tags: FotografiaCase
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie