Da migliaia di anni, la popolazione di quest'isola non permette a nessuno di avvicinarsi alle sue coste - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Da migliaia di anni, la popolazione…
Fa scrivere ai bambini le loro insicurezze e prepara un sacco della 'Spazzatura': il motivo è una lezione per tutti I benefici nascosti di dormire sul fianco sinistro: una piccola abitudine che tutti dovremmo prendere!

Da migliaia di anni, la popolazione di quest'isola non permette a nessuno di avvicinarsi alle sue coste

108.147
Advertisement

North Sentinel è una delle isole Andamane, situate nell'oceano indiano, a sud del Golfo del Bengala. 

La caratteristica più interessante e originale dell'isola non è da ricercare nella sua morfologia o nel paesaggio, quanto nella tribù indigena che la abita da circa 60 mila anni. I sentinelesi, infatti, sono i discendenti diretti della prima comunità originaria dell'Africa e non hanno nessun contatto con il mondo esterno, che respingono con forza. Sospettando di subire lo stesso trattamento di moltissime altre tribù indigene, conquistate e 'sfrattate' dal luogo in cui hanno vissuto da sempre, proteggono con forza il loro territorio e la loro cultura. 

Si racconta che un prigioniero evaso trovò rifugio sull'isola: la polizia indiana, approdata sulle spiagge, recuperò il suo corpo martoriato da una brutale violenza.

immagine: bridoz

La superficie dell'isola misura 72 km quadrati, ed è abitata da circa 400 persone. Uno dei contatti con la tribù risale al 1981 quando la nave Primrose fu accolta con lance e frecce.

immagine: mailonline
Advertisement

La tribù di North Sentinel è la più isolata del mondo: ci sono stati dei tentativi di contatto, da parte di studiosi o rappresentanti del governo, ma sono stati sempre respinti con violenza.

immagine: bridoz

I sentinelesi vivono di caccia, pesca e dei frutti che raccolgono nella foresta

immagine: bridoz

Nel 1991 un ricercatore indiano ha avuto degli sporadici scambi con i nativi, donandogli dei secchi di plastica rossi che avevano attirato la loro attenzione. L'uomo ebbe modo di ascoltare la loro lingua, totalmente diversa dalle altre parlate nelle Andamane. Concluse dunque che i contatti con l'esterno erano stati quasi inesistenti fin dalla Preistoria.

Avendo vissuto sempre isolati, i nativi sono estremamente vulnerabili, poiché non hanno sviluppato le difese immunitarie verso le malattie più comuni.

immagine: bridoz

Nel 2004, dopo lo tsunami che ha colpito l'oceano Indiano, si è temuto per la loro sopravvivenza ed un elicottero della Marina ha tentato un avvicinamento per lanciare dei viveri, ma è stato respinto da nuove frecce.

Advertisement

Il governo locale ha deciso quindi di non interferire con il loro stile di vita né cercare ulteriori contatti.

immagine: Christian Caron

Nel 2006 una barca di pescatori in balia di una mareggiata, si è trovata costretta ad avvicinarsi alle coste dell'isola. I due uomini sono stati trovati morti, uccisi per mano dei nativi. 

L'isola appartiene ufficialmente all'India, ma il governo ha dichiarato di non voler aver alcun tipo di rapporto con la stessa, e di non voler interferire nella vita degli isolani. La tribù è protetta da eventuali contatti con i turisti per due motivi: prima di tutto per la pericolosità di avvicinare le coste dell'isola, e poi per la vulnerabilità degli abitanti. 

In questo luogo il tempo sembra essersi realmente fermato ad un'età remota. La tribù non è al corrente di nessun fatto di risonanza mondiale, come potrebbe essere l'avvento di Internet ad esempio.

immagine: bridoz

Tutto ciò è quasi impossibile da credere che possa esistere. Come potete immaginare, è caldamente sconsigliato visitare North Sentinel. Noi, uomini del XXI° secolo che crediamo di poter sapere tutto, non sapremo mai come vive quel popolo isolato nella natura e lontano da tutto e tutti.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie