Scoperta la tomba della prima donna faraone dell'antico Egitto: all'interno centinaia di vasi con del vino

Gianmarco Bonomo image
di Gianmarco Bonomo

07 Novembre 2023

Scoperta la tomba della prima donna faraone dell'antico Egitto: all'interno centinaia di vasi con del vino
Advertisement

L’Antico Egitto affascina tutti, con i suoi tanti segreti e le ricerche che hanno svelato poco a poco la storia di un regno misterioso. Di recente, lo studio di una tomba nel sito di Abydos potrebbe aver confermato che già la prima dinastia aveva avuto una regina. Insomma: Meret-Neith potrebbe essere il primo faraone donna dell’Antico Egitto.

 

 

Il primo faraone donna d’Egitto? La storia di Meret-Neith

Il primo faraone donna d’Egitto? La storia di Meret-Neith

EC Köhler/Università di Vienna

Un team internazionale di archeologi ha rinvenuto in Egitto centinaia di giare che risalgono a 5 mila anni fa, molte delle quali contengono tracce di vino. Secondo quanto riportato dal Consiglio Supremo delle Antichità egiziano, queste giare fanno parte del corredo funerario rinvenuto nella tomba di Meret-Neith ad Abydos. La donna, una figura di spicco della prima dinastia, aveva responsabilità chiave nel governo centrale, come la gestione del tesoro. Tanto che i ricercatori pensano che si possa trattare del primo faraone donna d’Egitto. D’altronde, come sottolinea l’egittologo tedesco Dietrich Raue, Menet-Reith è l’unica donna ad avere una tomba monumentale nel sito di Abydos. E Abydos è il primo cimitero reale dell’Egitto: si trattava quindi della donna più potente del tempo, ma era davvero il primo faraone donna?

Advertisement

Il mistero di Meret-Neith: figura importante o primo faraone donna?

Il mistero di Meret-Neith: figura importante o primo faraone donna?

EC Köhler/Università di Vienna

Gli scavi nell’area della tomba hanno portato alla luce ulteriori dettagli sulla vita di Meret-Neith e sull’epoca della prima dinastia. Il complesso funerario è costruito con mattoni di fango, argilla e legno, e comprende la tomba di quella che potrebbe essere il primo faraone donna d’Egitto. Ma non solo: ci sono anche 41 tombe dedicate ai servitori di corte di Meret-Neith.

Secondo quanto scoperto dai ricercatori, Meret-Neith sarebbe vissuta circa 5 mila anni fa e avrebbe potuto svolgere le funzioni di una regina consorte, una reggente o un faraone a pieno titolo. Purtroppo su questo ancora non si hanno prove certe in un senso o nell’altro. Tuttavia, l’importanza di questa figura è evidente dalla sua tomba e anche da alcuni indicatori indiretti. Per esempio, potremmo essere tentati di concludere che i 41 servitori di corte siano stati sepolti insieme a Meret-Neith come sacrificio umano. In realtà, le tombe hanno datazioni diverse che coprono diversi anni: è quindi probabile che queste persone siano state seppellite con la regina come un onore, al termine naturale delle loro vite.

Quali erano le regine d’Egitto: alla scoperta dei faraoni donna

Quali erano le regine d’Egitto: alla scoperta dei faraoni donna

Pexels

Che sia stata una reggente, una consorte o il primo faraone donna della storia, Meret-Neith non è certo l’unica ad aver ricoperto questo ruolo. Queste sono le altre figure femminili che hanno attraversato la storia dell’Antico Egitto:

  • Nitocris, della VI dinastia. Figura leggendaria e figlia di Pepi II, regna brevemente dopo aver vendicato la morte del padre, ma non si sa molto di lei.
  • Nefrusobek, della XII dinastia. Figlia di Amenemhat III, Nefrusobek è la prima regina d’Egitto di cui abbiamo prove archeologiche e regno per un breve periodo, prima di Amenemhat IV.
  • Hatshepsut, della XVIII dinastia. Figlia di Thutmose I, Hatshepsut è forse il faraone donna più famoso in assoluto e secondo solo a Cleopatra VII. Hatshepsut regna prima da reggente e successivamente diventa faraone a pieno titolo, in un regno caratterizzato da pace e prosperità.
  • Neferneferuaton, della XVIII dinastia. Moglie di Akhenaton, diviene faraone dopo la morte del marito.
  • Cleopatra VII. La più famosa regina d’Egitto, nonché l’ultimo faraone prima della conquista romana, ha visto una rivalutazione della sua figura negli ultimi anni. Oggi di Cleopatra si sa che aveva un’intelligenza fuori dal comune e parlava fluentemente 8 lingue. D’altronde, era l’unico faraone della dinastia tolemaica ad aver imparato la lingua dell'Antico Egitto.

Le scoperte sull’Antico Egitto, come quelle sulle regine egizie e sulla tomba di Meret-Neith, hanno un’enorme importanza storica. Inoltre, dimostrano il ruolo che il potere femminile ha svolto nella millenaria storia dell’Antica Kemet, la terra nera nata dal Nilo.

Advertisement