Quel liquido acquoso sulla superficie dello yogurt: ecco di cosa si tratta davvero

Francesca Argentati image
di Francesca Argentati

20 Ottobre 2023

Quel liquido acquoso sulla superficie dello yogurt: ecco di cosa si tratta davvero
Advertisement

Moltissime persone apprezzano lo yogurt e lo consumano ogni giorno, ma c'è un aspetto di questo prodotto che provoca una certa perplessità: una volta aperto, ci accorgiamo spesso che è presente dell'acqua sulla superficie. Vediamo a cosa è dovuta e se dovremmo eliminarla.

Advertisement

Lo yogurt, un alimento sano e ricco di nutrienti benefici

Lo yogurt, un alimento sano e ricco di nutrienti benefici

Schnee (talk)/Wikimedia commons

Lo yogurt è un alimento sano, che può essere consumato in ogni momento della giornata. Tuttavia, spesso viene scelto come protagonista della colazione o dello spuntino pomeridiano, regalando una carezza al palato con la sua consistenza morbida e cremosa. Il sapore, di base, è lievemente acido, ma esistono tantissime varianti e altrettanti gusti tra cui scegliere. Si tratta di un alimento popolare in tutto il mondo, prodotto attraverso la fermentazione del latte con batteri lattici, quali il Lactobacillus bulgaricus e lo Streptococcus thermophilus, che trasformano il lattosio presente nel composto in acido lattico, responsabile del tipico sapore. Non solo può essere consumato al naturale, ma viene impiegato in moltissime ricette ed è un'ottima fonte di calcio, probiotici, proteine e nutrienti fondamentali per la nostra salute. Oltre a favorire il benessere intestinale, aiuta la digestione, rinforza il sistema immunitario e ci offre un'opzione dietetica invitante.

Naturalmente, sono preferibili gli yogurt magri, senza zuccheri e aggiunti e additivi, ma in ogni caso è di certo una buona scelta alimentare. Tuttavia, una volta scoperto il vasetto, ti sarai di certo accorto della presenza di una piccola quantità d'acqua. Spesso c'è effettivamente un accumulo di liquido sulla superficie cremosa, ma di cosa si tratta realmente e a cosa è dovuto? Dovresti rimuoverlo prima di gustare il tuo yogurt?

Advertisement

Il liquido acquoso sulla superficie dello yogurt: ecco cos'è e perché lo vedi

Il liquido acquoso sulla superficie dello yogurt: ecco cos'è e perché lo vedi

Pexels

Capita a molti di restare dubbiosi e interdetti a fissare il contenuto del proprio yogurt: prima di immergere il cucchiaino e iniziare ad assaporarlo, quella sostanza acquosa in superficie potrebbe provocare un'espressione perplessa e sconcertata. In realtà non si tratta davvero di acqua, o meglio non solo: il liquido che noti è siero di latte, una proteina presente naturalmente nei latticini. Inoltre è estremamente benefica, dal momento che contiene un'elevata quantità di proteine del latte e altri nutrienti preziosi, come vitamina D, potassio e calcio.

Il motivo per cui si sedimenta sulla superficie dello yogurt è legato alla preparazione del prodotto: nel tempo, il siero di latte può slegarsi, anche a causa delle modalità di conservazione. Nella produzione dello yogurt, il latte viene infatti riscaldato e cotto parzialmente, dopodiché viene fermentato. Nella fase di riscaldamento, le proteine presenti nel siero subiscono un processo di denaturazione e si legano ad altre proteine, rendendo il prodotto finale più denso. A questo punto, il latte viene raffreddato e si aggiungono i batteri necessari alla fermentazione, che insieme all'acido lattico formano una sorta di gel. Lo yogurt a questo punto diventa ancora più solido e il siero del latte potrebbe fuoriuscire. Il processo di preparazione dello yogurt è piuttosto complesso e nel tempo potrebbe subire alterazioni: difficilmente il composto resterà compatto e, data la consistenza liquida e dunque meno densa del siero, questo potrebbe slegarsi e raccogliersi sulla superficie.

Nulla di preoccupante, dunque, sebbene in alcuni tipi di yogurt questo fenomeno sia particolarmente evidente, come in quelli grechi e islandesi. In questi casi, vengono spesso dotati di carta pergamena, che aiuta ad assorbire il liquido, mentre alcuni produttori optano per l'aggiunta di gelatina o emulsionanti per risolvere il problema. Tuttavia, si tratta di uno scrupolo puramente estetico, dato che questa sostanza non è assolutamente nociva, tutto il contrario, ma molte persone non ne apprezzano comunque la vista. Come fare, dunque, se proprio non la sopporti?

Come risolvere il problema del liquido acquoso sulla superficie dello yogurt

Come risolvere il problema del liquido acquoso sulla superficie dello yogurt

Curioctopus

Se, anche dopo aver scoperto di cosa si tratta, vedere questo liquido sul tuo yogurt ti fa passare l'appetito, puoi risolvere il problema in autonomia: nessun produttore può garantirti di trovare un prodotto perfettamente denso e omogeneo, nonostante i suoi sforzi per riuscirci, tuttavia non devi per forza lasciarlo così com'è. Per farlo sparire, quantomeno dalla tua visuale, ti basterà mescolare il prodotto fin quando il siero non sarà nuovamente addensato nel composto: in questo modo potrai ricavarne tutti i benefici nutrizionali gustando un alimento esteticamente gradevole.

In alterativa, prima di aprire il tuo yogurt prova ad agitarlo come faresti con una bottiglietta: una volta tolta la linguetta protettiva, il siero di latte sarà di nuovo amalgamato al composto e nascosto ai tuoi occhi. Se invece preferisci rinunciare ai suoi vantaggi e la sola cosa che desideri è liberartene, non ti resta che versarlo su un cucchiaino fino a eliminarlo completamente dal vasetto e gettarlo.

Come conservare lo yogurt più a lungo

Che ti piaccia o no la presenza del siero di latte, la cosa fondamentale è consumare un prodotto fresco e adeguatamente conservato:

  • Per far durare il tuo yogurt più a lungo, il segreto è una refrigerazione adeguata. Dopo averlo acquistato, posizionalo il prima possibile in frigo a una temperatura di circa 4 gradi e non aprirlo fin quando non intendi consumarlo tutto.
  • Se la confezione è grande e sufficiente a più utilizzi, a ogni utilizzo assicurati che il cucchiaino sia pulito e chiudi ermeticamente il vasetto prima di riporlo nuovamente in frigo.
  • Nel caso in cui tu abbia acquistato più confezioni, una scorta sufficiente a superare qualche settimana, è preferibile congelarle: lo yogurt, se messo in freezer, può resistere fino a uno o due mesi senza alterazioni nel sapore.

E tu sei un amante dello yogurt? Ti dà fastidio la consistenza acquosa della superficie o non ti crea alcun problema?

Advertisement